Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità Castiglion Fiorentino

Dal Perù a Castiglion Fiorentino nel nome di "Solidarietà in buone mani"

A due anni dal primo incontro, il vice presidente del comitato degli Italiani all’Estero – Perù, Salvatore Belcuore, in visita a Castiglion Fiorentino. L'incontro in parrocchia da Don Giuliano Faralli

Continua l’amicizia tra l’associazione “Solidarietà in Buone Mani” e il popolo peruviano. Dopo la cerimonia, tenutasi due anni fa, presso l’ambasciata italiana in Perù, durante la quale la onlus castiglionese fu premiata come “Eccelenza italiana” che sancì ulteriormente il gemellaggio tra i due popoli, ieri si è tenuto, presso la chiesa di Montecchio Vesponi, l’incontro tra il vice presidente del Comites, Comitato degli Italiani all’Estero – Perù, Salvatore Belcuore, don Giuliano Faralli e la comunità castiglionese.

All’inizio del 2000, “Solidarietà in Buone Mani” compì il primo viaggio in Perù. In questi 20 anni, prima padre Arturo Buresti ed ora don Giuliano, presidente della onlus, sono state intraprese numerose iniziative di solidarietà a favore del popolo peruviano.

“I rapporti internazionali di Solidarietà in Buoni Mani e della sua inossidabile guida don Giuliano Faralli - ha specificato il sindaco Mario Agnelli - hanno regalato una bella testimonianza di salda amicizia e fattiva collaborazione con il Comites del Perù rappresentato dal suo vice presidente Salvatore Belcuore, (di nome e di fatto), un benefattore che ha saputo riconoscere e apprezzare la bontà degli innumerevoli e duraturi progetti solidali della nostra Onlus anche in America Latina”.

“La collaborazione che è nata con il Comitato degli Italiani all’estero è foriera di benefici per entrambi i popoli. Ora aspettiamo la visita dell’Ambasciatore a Lima, Sergio Buseto” ha concluso Don Giuliano Faralli.

FOTO repertorio 2019-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Perù a Castiglion Fiorentino nel nome di "Solidarietà in buone mani"

ArezzoNotizie è in caricamento