menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un percorso formativo sugli strumenti per tutelare trasparenza e anticorruzione

Il Comune di Terranuova lo ha organizzato per amministratori e consiglieri comunali in collaborazione con Libera Valdarno

Monitorare la regolarità amministrativa degli atti, favorire l’etica e l’integrità ed incrementare la trasparenza amministrativa per la prevenzione di eventuali fenomeni corruttivi. Sono questi alcuni dei temi affrontati durante l’incontro formativo su trasparenza e anticorruzione organizzato dal Comune di Terranuova e rivolto agli amministratori e ai consiglieri comunali. All’evento – il primo di questa natura nel Valdarno - ha partecipato anche il Coordinamento del Valdarno di Libera, tramite il suo referente Pierluigi Ermini, presentando i dossier dedicati al tema delle infiltrazioni mafiose in Toscana.

“Il fenomeno della corruzione amministrativa – ha detto Sofia Migliorucci, consigliera comunale di Terranuova con delega alla la legalità – ci sembra un fatto lontano, che non possa appartenere alle nostre realtà quotidiane. Il IV Rapporto sui fenomeni di criminalità organizzata e corruzione presentato lo scorso anno ci racconta invece una realtà diversa, in cui sono più di 300 gli eventi corruttivi nel 2019 su scala nazionale. Proprio a fronte di questi dati, credo sia importante informare e promuovere il tema dell’anticorruzione come abbiamo fatto durante l’incontro formativo promosso dal Comune di Terranuova”.

“Confrontarsi per conoscere il proprio territorio e i fenomeni che possono avvenire in esso – ha concluso – è già un segnale molto importante per le mafie che ci vorrebbero indifferenti e disinformati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento