Affondo dello Spi Cgil contro Inps: "Niente certificazione on line per i pensionati. Messaggino per chi non avrà il reddito di cittadinanza"

Ngli altri anni la certificazione era disponibile on line, sul sito Inps, nel mese di febbraio. "Siamo a maggio e non vi è traccia di esso"

La burocrazia lo chiama O1bis: in parole semplici è la certificazione dei redditi dei pensionati. Normalmente questa documentazione, negli altri anni, era disponibile on line, sul sito Inps, nel mese di febbraio. Siamo a maggio e non vi è traccia di esso.

"E' un ritardo inspiegabile - commenta Giancarlo Gambineri, della Segreteria provinciale Spi Cgil. Non parliamo di un documento qualsiasi ma della certificazione dell'Istituto che è indispensabile al pensionato per verificare trattenute, conguagli, correttezza ed esattezza degli importi ricevuti.  Non sappiamo i motivi del ritardo e non sappiamo quando sarà disponibile il documento. Spi e Inca nazionale stanno incalzando i vertici Inps senza ricevere risposta".

I problemi con l'istituto di previdenza  non si fermano qui e si estendono al reddito di cittadinanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In base ai dati a nostra disposizione - sottolinea Gambineri - il 60% delle domande sono state respinte e c'è poi una percentuale consistente di richieste  per le quali è stato disposto un reddito ridotto. Coloro che rientrano in queste due casistiche hanno ricevuto un semplice messaggio telefonico con il quale viene comunicata o la risposta negativa alla domanda di reddito di cittadinanza oppure la sua accoglienza ma con cifra ridotta. Il perché dell'una o dell'altra opzione? Un mistero. Il cittadino che ha ricevuto questo messaggio non conosce le motivazioni del provvedimento Inps. Qualora fosse intenzionato a ricorrere contro questa decisione  non sa come fare. O meglio: nessuno sa ancora cosa fare. Abbiamo chiesto chiarimenti all'Istituto ma non ne abbiamo ricevuti. Se sommiamo le vicende della certificazione delle pensioni e del reddito di cittadinanza, abbiamo un comportamento Inps nei confronti di milioni di cittadini che non è oggettivamente accettabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento