San Giovanni, a scuola con il "Pedibus"

Questa tipologia di servizio è destinata agli alunni della scuola primaria del territorio comunale e, nello specifico, a bambini frequentanti le scuole Primarie Bani e Don Milani-La Pira. Si può accedere al servizio previa richiesta di iscrizione. Il servizio è gratuito

Da domani sarà possibile presentare domanda per iscriversi al servizio di accompagnamento pedonale collettivo a scuola chiamato “Pedibus”. Questa tipologia di servizio è destinata agli alunni della scuola primaria del territorio comunale e, nello specifico, a bambini frequentanti le scuole Primarie Bani e Don Milani-La Pira. Si può accedere al servizio previa richiesta di iscrizione. Il servizio è gratuito.

Cos’è Il Pedibus?

E’ un “autobus di adulti e bambini”, composto da una fila che si sposta con partenze e capolinea, fermate, orari e un suo percorso prestabilito. E’ un sistema sicuro, perché i bambini sono accompagnati da adulti, ma anche ecologico e utile all’educazione civica e stradale.
Nel PEDIBUS i bambini camminano insieme, sostando lungo le fermate del percorso per accogliere tutti i partecipanti.

A seguito dell’emergenza sanitaria tutt’ora in corso i gruppi saranno formati e gestiti nel rispetto delle normative anti-Covid. Si richiede alla famiglia di dotare il bambino di gilet fosforescente di colore giallo, che dovrà essere sempre indossato durante il percorso del Pedibus.

Le domanda per usufruire del servizio dovranno essere presentate presso il punto amico di Via Rosai 1 dal 18 di agosto fino al 14 settembre 2020.

Il Comune si riserva di non attivare uno o più percorsi in caso di mancato raggiungimento di un numero minimo di n. 10 iscrizioni per ciascun percorso. Per ciascun percorso, sarà attivata una corsa di andata (ingresso a scuola) e una sola corsa di ritorno in orario antimeridiano oppure pomeridiano in base alla prevalenza di richieste. Gli orari delle fermate saranno definiti al momento della verifica del numero delle iscrizioni ad ogni singolo percorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento