Parliamone a Casa Thevenin: gli incontri su bambini, famiglia e genitorialità

“Parliamone a casa Thevenin” è il ciclo di incontri organizzati da Fondazione Thevenin onlus, associazione Amici di Casa Thevenin, Cesvot e Afm, con il patrocinio del Comune di Arezzo, che si terranno a Casa Thevenin in via Sassoverde. Sabato 22...

thevenin1

“Parliamone a casa Thevenin” è il ciclo di incontri organizzati da Fondazione Thevenin onlus, associazione Amici di Casa Thevenin, Cesvot e Afm, con il patrocinio del Comune di Arezzo, che si terranno a Casa Thevenin in via Sassoverde.

Sabato 22 settembre alle 17 il tema sarà “Il difficile mestiere del genitore” con l’intervento del pedagogista Lorenzo Barbagli. Il 6 ottobre, sempre alle 17, la psicologa Elisa Marcheselli illustrerà uno studio particolare sull’uso consapevole delle tecnologie digitali mentre sabato 20 ottobre, stesso orario, il pediatra Giovanni Poggini parlerà di “Nutrizione e salute dei bambini”.

“Offriamo un’opportunità di confronto su argomenti attuali e importanti - ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali Lucia Tanti - e mi sento di dire che l’invito a partecipare agli incontri può essere esteso a chiunque, non solo genitori o nonni. Perché ci piace pensare a Casa Thevenin come a un luogo aperto su tematiche che vanno discusse attraverso la collaborazione di professionisti che hanno molto da dire. L'obiettivo politico è puntare sulle aziende pubbliche di servizi alla persona, Casa di riposo Fossombroni e Fraternita dei Laici, e sulla fondazione in partecipazione Thevenin per una grande alleanza sul sociale in cui questi enti siano visti non solo come luoghi 'di difficoltà' o assistenza ma di risposta e conoscenza”.

“Casa Thevenin - hanno sottolineato Sandro Sarri e Valentina Romanelli, rispettivamente presidente e direttrice di Fondazione Thevenin onlus - ancora una volta si apre alla città per restituire risposte sul mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Risposte a 360 gradi a favore di chi ne ha bisogno senza per forza rientrare nell'universo del disagio”.

I professionisti che cureranno le conferenze hanno sottolineato come “quella proposta sia una riflessione pedagogica all'insegna di sostegno e formazione. La partecipazione dovrà essere dialogica e interattiva perché gli argomenti trattati, dal cyber-bullismo a un'ipotetica biblioteca della genitorialità, vanno condivisi e diffusi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento