Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità

Caos pannoloni, 1.700 chiamate alla ditta che li fornisce. In 200 casi il prodotto "non era congruo"

Ecco i primi risultati della cabina di regia" voluta dalla Asl dopo le segnalazioni iniziate a dicembre

Settanta segnalazioni arrivate alla Asl su diecimila consegne effettuate. Questi i numeri forniti dalla Cabina di Regia istituita dall’Azienda per monitorare le criticità nella consegna di ausili assorbenti. Sono circa 19mila gli utenti a cui vengono recapitati a domicilio gli ausili assorbenti in tutto il territorio aziendale.

Dal 3 dicembre 2018 è la ditta Fater, che ha vinto la gara regionale, a distribuire materiali per l’incontinenza. Gara aggiudicata tenendo conto di 4 livelli qualitativi del prodotto offerto, con prova sul campo in una Rsa. Infatti la ditta vincitrice è leader italiano nella produzione e distribuzione dei migliori marchi di prodotti per l’incontinenza.

Dopo le prime segnalazioni da parte degli utenti di consegne mancate o non conformi, la direzione aziendale della Asl Toscana sud est ha deciso di attivarsi con tutti i soggetti coinvolti per monitorare l’andamento delle consegne e risolvere con tempestività le problematiche riscontrate dal cittadino.

Le consegne sono trimestrali e fino ad oggi, dall’entrata della nuova ditta, sono stati consegnati ausili assorbenti a 10.000 utenti. Oggi è la stessa ditta Fater, attraverso appositi numeri verdi o servizi infermieristici, che risponde e gestisce le segnalazioni dei cittadini, dandone poi comunicazione alla Asl che ne verifica la corretta assistenza per ogni singolo caso.

Più di 1.700 sono le chiamate ricevute dalla ditta e circa 200 gli utenti a cui è stato necessario adeguare il prodotto dopo una prima fornitura non congrua.

La Fater, che da subito si è dimostrata disponibile a risolvere le problematiche riscontrate, è anche impegnata nella verifica dei corretti dati degli utenti, con aggiornamento del date base (indirizzi, tipologia prodotto e taglie). Grazie all’impegno di Asl e Fater, le problematiche si stanno risolvendo.

Intanto la Asl continua a monitorare il lavoro della nuova ditta e invita il cittadino a rivolgersi, per qualsiasi disservizio riscontrato, ai numeri verdi pubblicati anche nel sito www.uslsudest.toscana.it e ai servizi infermieristici del proprio territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos pannoloni, 1.700 chiamate alla ditta che li fornisce. In 200 casi il prodotto "non era congruo"

ArezzoNotizie è in caricamento