Attualità

Pacco Tim non richiesto: decine i casi ad Arezzo. Rabbia, disdette e penali

Numerose segnalazioni di decoder Tim Vision arrivati a casa e mai ordinati. L'odissea per liberarsene senza spese

Il caso del pacco con decoder Tim Vision a pagamento, ricevuto ma non richiesto, ha sollevato un vespaio di polemiche. E ci sono decine di testimonianze ad Arezzo di casi fotocopia.

Quello denunciato da una 33enne, racconta della sottoscrizione di un abbonamento internet + telefono per casa, ma contestualmente la donna si è vista recapitare al proprio domicilio un decoder - per lei inutile - a sua insaputa.

Consegna a sua insaputa

Imbustato, è arrivato tramite fattorino. Una volta aperto il pacchetto, l'amara sorpresa: dentro non c'era qualcosa di compreso con l'offerta sottoscritta, ma un'aggiunta a pagamento: un decoder per tv non smart, quelle di vecchia generazione. Un apparecchio del tutto inutile per la donna, che ha così deciso di reclamare, rispedendo indietro il pacco.

Tre euro al mese

Il decoder, una volta accettato alla consegna, viene concesso da Tim in comodato d'uso al costo di 3 euro (2,99 per la precisione) al mese.

Soldi dovuti che, al momento della sottoscrizione dell'abbonamento, non erano stati specificati.

Reclami, penali e avvocati

E i casi simili abbondano nell'Aretino: c'è chi racconta di aver rifiutato per ben tre volte il pacchetto prima di non riceverlo più, chi l'ha accettato infilandosi in una ragnatela di rimbalzi telefonici per la disattivazione del servizio, chi racconta di penali da pagare per disdirlo e chi dice che è riuscito, dopo l'iniziale protesta, a far valere le proprie ragioni con velocità. C'è infine chi racconta come sia riuscito a farsi risarcire di tutte le spese affrontate e dei soldi pagati senza voler lo strumento, ma soltanto dopo aver messo di mezzo l'avvocato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pacco Tim non richiesto: decine i casi ad Arezzo. Rabbia, disdette e penali

ArezzoNotizie è in caricamento