menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Educatori e genitori insieme nell'orto sensoriale

Educatori e genitori insieme nell'orto sensoriale

L'orto sensoriale nel cuore di Saione. E' realtà il progetto dell'asilo nido Cesti

La struttura, da sempre considerata dalle famiglie una delle punte di diamante del sistema educativo per i più piccoli nel Comune di Arezzo, adesso si distingue anche per questo progetto dedicato alla conoscenza e al rispetto della natura

Un orto sensoriale nel quartiere di Saione. E' quello spuntato in pochissimo tempo nel giardino dell'asilo nido comunale Cesti che vede impegnati 9 educatori per 49 bambini iscritti. Un progetto dai tanti significati educativi che ha avuto la sua degna inaugurazione con grande partecipazione nella giornata di oggi. 

Dal corso di formazione fatto alcuni mesi fa, è nata la volontà di un progetto specifico, così il gruppo di maestre e maestri del nido comunale Cesti lo ha messo per iscritto e sottoposto all'amministrazione. E' piaciuto a tutti, visti gli obiettivi molteplici che si pone. Così l'assessorato ha dato il via al progetto, i vivaisti della Fabbri lo hanno letto e condiviso mandando materiali e i suoi esperti collaboratori per costruire il percorso, già individuato dai maestri.

In un batter d'occhio il progetto è diventato realtà. E' stato costruito un percorso di ciottoli di diversa grandezza, corteccia e piante aromatiche, che oggi pomeriggio è stato arricchito da tutti i genitori che partecipando all'evento di inaugurazione, l'aperiorto, hanno portato ognuno una piantina.

Come sarà utilizzato l'orto sensoriale?

Lo spazio verde potrà essere utilizzato per tutto il periodo scolastico da uno o più educatori con un piccolo gruppo di bambini per volta. L’ambiente è stato allestito nell’area verde in prossimità dell’ingresso dell’asilo per valorizzare una significativa parte del giardino, proporre esperienze sensoriali, olfattive, motorie insieme a genitori, nonni, coordinamento pedagogico ed esperti. I bambini saranno stimolati alla manualità, alla possibilità di sporcarsi, alla conoscenza della natura, alla libertà di movimento, ad associare competenze linguistiche e sensoriali e percepire la ciclicità del tempo.

La proposta vuole promuovere la conoscenza della stagionalità e il rispetto della natura. Nell’attività sarà coinvolto tutto il gruppo di lavoro con verifiche periodiche sull’andamento delle esperienze di vita pratica e con il coinvolgimento del personale della cucina. Inoltre sono previste riunioni con i genitori per la visualizzazione di documentazione fotografica e laboratori a tema. Il progetto prevede anche uscite e incontri con esperti da svolgere durante il corso dell’anno.

Cosa è stato piantato nell'orto sensoriale?

Queste le essenze per il percorso sensoriale: mirto, menta e mentuccia, salvia, rosmarino, nippitella, erica, corbezzolo, leccio, alloro, borraggine, spigo lavanda, glicine, giaggiolo blu e bianco, olivo, vite americana, gelsomino, bambù, incenso in vaso.

L’assessore Lucia Tanti ha espresso

“vivo apprezzamento per una proposta educativa che porta all’attenzione dei bambini del nido il tema della salvaguardia dell’ambiente. E’ giusto e doveroso che la sensibilità verso un argomento così importante sia stimolata fin dai primi anni di vita, tramite iniziative mirate e intelligenti come questa dell’asilo di via Cesti. Al rispetto della natura, all’adozione di politiche finalizzate a tutelare il mondo in cui viviamo, la giunta Ghinelli ha sempre prestato massima attenzione. E continuerà a farlo. Ben venga quindi un asilo green che si inserisce proprio in questo percorso virtuoso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento