rotate-mobile
Attualità

Concorsi pubblici, prove orali online. L’ordinanza del presidente Giani

L’Ordinanza  consente, inoltre, in tutte le fasi concorsuali ammesse, la partecipazione con modalità digitali a distanza ai componenti delle commissioni di concorso, compresi i segretari

Le amministrazioni pubbliche della Toscana possono completare le prove concorsuali, che si svolgono nella nostra regione, ricorrendo a prove orali con modalità digitali a distanza, anche se iniziate in presenza e non previste nei bandi.
E’ quanto dispone l’Ordinanza 119,  firmata oggi, 9 dicembre, dal presidente Eugenio Giani.

L’Ordinanza  consente, inoltre, in tutte le fasi concorsuali ammesse, la partecipazione con modalità digitali a distanza ai componenti delle commissioni di concorso, compresi i segretari;  lo svolgimento a distanza di tutti i colloqui previsti all’interno di prove selettive non concorsuali anche se la modalità non è stata prevista negli avvisi pubblicati; lo svolgimento in presenza solo delle prove pratiche per le quali non è prevista la produzione in aula di elaborati scritti, come, per esempio, prove di idoneità per il personale ausiliario della scuola, per gli operai, per gli autisti. In questo caso è consentito lo spostamento dei partecipanti al concorso e dei componenti delle commissioni. 
Questi spostamenti devono essere autocertificati, indicando tutti gli elementi necessari per la relativa verifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi pubblici, prove orali online. L’ordinanza del presidente Giani

ArezzoNotizie è in caricamento