Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Orchestra sociale gratuita, torna Musicasempre grazie al sostegno della Fondazione Monnalisa

Il progetto si basa sul modello di El Sistema, grazie a cui il fondatore Josè Antonio Abreu, attraverso la musica, ha offerto una prospettiva di crescita umana e culturale a centinaia di bambini provenienti dalle strade del Venezuela

L’Orchestra Musicasempre, la prima orchestra sociale completamente gratuita fondata ad Arezzo dalla Scuola Le 7 Note in collaborazione con Scuola di Musica di Fiesole – Fondazione O.N.L.U.S. e CaMu – Casa della Musica di Arezzo, potrà riprendere le proprie lezioni.

Grazie alla nuova collaborazione con Fondazione Monnalisa, che diventa main sponsor del progetto, un altro anno di musica sarà garantito ai giovani componenti dell’orchestra.

Il progetto si basa sul modello di El Sistema, grazie a cui il fondatore Josè Antonio Abreu, attraverso la musica, ha offerto una prospettiva di crescita umana e culturale a centinaia di bambini provenienti dalle strade del Venezuela. 

Musicasempre parte dal presupposto che la musica abbia straordinarie potenzialità educative a cui tutti dovrebbero aver accesso. È uno strumento per imparare a interagire con gli altri, sviluppare le proprie abilità, migliorare la coordinazione motoria, ampliare le proprie prospettive culturali, crescere cittadini di domani più formati e consapevoli. Proprio per questo l’orchestra si rivolge in primo luogo a bambini in situazioni di difficoltà economica e sociale, che potranno partecipare gratuitamente, con l’idea di aprire la formazione musicale anche a soggetti che, per i motivi più diversi, ne sarebbero rimasti esclusi.

Gli strumenti attivi in orchestra sono violino, violoncello e flauto. Le lezioni si tengono settimanalmente alla CaMu – Casa della Musica di Arezzo e sono curate da un gruppo di docenti della Scuola di Musica Le 7 Note guidati da Marco Scicli, direttore dell’Orchestra, formatosi presso il Master per Operatori Musicali della Scuola di Musica di Fiesole.

Tra i docenti: Alessio Nocentini, Fabiana Russo, Serena Burzi, Riccardo Dalla Noce, Benedetta Bertuccini, Annamaria Chiarini e vari giovani tutor che sono allievi o ex-allievi della Scuola Le 7 Note.

Grazie all’attività musicale d’insieme, al gioco e alla vivacità dell’approccio educativo, non è necessaria per i partecipanti alcuna conoscenza pregressa degli strumenti musicali. 

L’Orchestra ha posti limitati: un breve colloquio e la valutazione del reddito ISEE saranno il primo passo per poter accedere alla graduatoria. Sempre in base alla fascia ISEE, sarà inoltre possibile avere accesso all’utilizzo degli strumenti in comodato d’uso gratuito. Le iscrizioni sono ancora aperte.

Ha commentato Luca Provenzani, Presidente dell’Associazione Le 7 Note:

“Le spese per portare avanti una realtà come Musicasempre sono tante, visto che nessun costo per l’offerta didattica ricade sull’utenza. Senza un finanziatore, avremmo dovuto sospendere il progetto per quest’anno scolastico. Ringraziamo quindi Fondazione Monnalisa, che abbraccia la nostra filosofia di rendere la musica una risorsa accessibile a tutti e che ci permette di proseguire con uno dei progetti a noi più cari. Crediamo nell’importanza di Musicasempre perché la didattica musicale non deve solo valorizzare i talenti, ma prendere per mano e accompagnare ciascun individuo nella sua crescita personale, che sia un grande musicista di domani o semplicemente un bambino che avrà imparato ad amare e conoscere la musica in modo diverso, una risorsa che lo accompagnerà per la vita”.

Ha invece dichiarato Piero Iacomoni della Fondazione Monnalisa:

“Vediamo la Musica, come arte e forza generatrice di bellezza, dialogo, confronto, educazione e su questo ultimo concetto, la Fondazione Monnalisa sta investendo molto, questo giovedì abbiamo iniziato i corsi di una nuova Academy, volta ad educare i giovani verso un’imprenditoria etica. Quando il presidente Provenzani, ci ha contatto per l’iniziativa, abbiamo immediatamente voluto accogliere positivamente questo progetto, consapevoli che la musica sia un linguaggio educativo ed efficace nel far crescere una sana espressività dei nostri bambini e giovani nel territorio.” 

Ha sottolineato, infine, Lucia Tanti, Assessore alle Politiche Sociali, Famiglia, Scuola, Politiche Sanitarie del Comune di Arezzo:

“Sosteniamo anche quest’anno L’Orchestra Sociale di Arezzo perché crediamo fermamente che la Musica sia un forte collante tra le Persone rendendole migliori. L’Orchestra Sociale, in particolare, diventa un laboratorio per lo sviluppo dell’ascolto, del rispetto e della coesione sociale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orchestra sociale gratuita, torna Musicasempre grazie al sostegno della Fondazione Monnalisa

ArezzoNotizie è in caricamento