Dalla Regione 20 milioni per le opere pubbliche dei comuni con meno di 5mila abitanti

De Robertis (Pd): "Un investimento per il prossimo triennio riservato ai piccoli comuni"

Via libera dalla Regione alle disposizioni attuative per la concessione di contributi ai piccoli comuni della Toscana, previsti dalla legge di stabilità regionale per il 2020. A darne notizia è la vicepresidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis.

“Lunedì – spiega – è stata approvata la delibera per attivare il plafond di 20 milioni di euro che con l’ultima manovra abbiamo deciso di riservare, per il prossimo triennio, agli investimenti pubblici dei comuni con meno di cinquemila abitanti, contributi la cui consistenza è determinata in relazione al valore dell’indicatore di disagio del comune, e comunque mai inferiori ai 30mila euro".

Gli interventi realizzati col contributo regionale non potranno, per il 2020 riguardare le strade comunali, già oggetto di un’altra misura di sostegno per il 2020 varata dalla Regione a dicembre. Le domande dovranno essere presentate entro il 28 febbraio. Per il 2021 la scadenza è invece fissata al 1° marzo di quell’anno. Sempre il 28 febbraio, invece, per l’annualità 2022.

"Nella provincia di Arezzo – conclude De Robertis – si tratta di una importante opportunità offerta ai comuni di Talla, Badia Tedalda, Sestino, Montemignaio, Caprese Michelangelo, Castel San Niccolò, Chiusi della Verna, Ortignano Raggiolo, Pieve Santo Stefano, Castiglion Fibocchi, Lucignano e Marciano della Chiana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

  • Schianto auto moto, due 19enni feriti: uno soccorso con Pegaso

  • Ciclista travolto da un'auto. La conducente: "Non l'ho visto", scatta la denuncia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento