Riprende l’attività della Scuola di Musica comunale di Badia al Pino

Open Day 2020 il 20, 21 e 23 ottobre  

Riprende da lunedì 26 ottobre l’attività della Scuola di Musica comunale di Badia al Pino nei locali ristrutturati posti al piano terra della Biblioteca comunale, in Corso Italia 1. L’Open Day 2020 per conoscerla è in programma il 20, 21 e 23 ottobre prossimi.

In convenzione con il Conservatorio Statale di Musica “B. Maderna” di Cesena, la direzione artistico-didattica è a cura dell’associazione culturale “IUBAL” di Arezzo.

Il canto, la chitarra, il flauto, il pianoforte, il violino, teoria e solfeggio, la propedeutica musicale (dai 4 ai 6 anni) sono al centro di un’offerta formativa variegata e altamente qualificata che si amplia con la previsione di nuove classi di canto, clarinetto e cajon. Le lezioni di canto saranno tenute da Stefania Paddeu, giovane e brillante soprano aretina che seguirà anche i corsi di propedeutica alla musica per i bambini dai 4 ai 6 anni. I corsi di clarinetto e cajon (percussione di tradizione popolare molto versatile) si propongono come corsi speciali, adatti a bambini e adulti: sono tenuti rispettivamente da Matteo Nocentini e da Stefano Albiani. Un modo originale per avvicinarsi alla musica, in particolare agli strumenti a fiato e alle percussioni, con attività singole o laboratoriali. 

Tra i progetti didattico-culturali a cura della Scuola di Musica comunale si ricorda anche “BadiBanda” presso la Scuola Secondaria di I grado di Badia al Pino, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Martiri di Civitella”, nato per volontà dell’amministrazione comunale per dare a tutti gli studenti del comune la stessa opportunità formativa favorendo in questo contesto lo scambio delle reciproche conoscenze musicali e delle esperienze fatte. Questo progetto ad oggi è sospeso per motivi legati al rischio di contagio.

L’impegno e la collaborazione tra Amministrazione comunale e associazione culturale IUBAL sono massimi al fine di garantire lo svolgimento delle lezioni in sicurezza”, spiegano il sindaco di Civitella Ginetta Menchetti e l’assessore alla Cultura Valeria Nassini, ”si garantisce, a scelta dell’allievo, anche lo svolgimento a distanza delle lezioni. L’attenzione ed il monitoraggio dell’Amministrazione comunale, al fine di scongiurare il rischio di abbandono di attività extra scolastiche di tipo culturale, è assiduo nella considerazione dell’importanza della formazione e della cultura personali”.

Il corpo docenti è formato da docenti e professionisti della musica qualificati, laureati e specializzati nei Conservatori nazionali e internazionali: oltre ai sopracitati giovani musicisti, il gruppo è formato da Andrea Meucci (flauto), Laura Falsetti (pianoforte), Sofia Tucci (chitarra), Valentina Albiani (violino) e Serena Meloni (coordinamento didattico). La direzione artistica è a cura del maestro Giorgio Albiani, docente al Conservatorio Statale di Musica "L. Cherubini" di Firenze.

Tel. e info: 0575/445309.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento