Oltre 4 milioni di euro incassati con le multe: gli aretini hanno speso in media 44 euro a testa. I dati

Oltre quattro milioni di euro incassati dal comune di Arezzo per le multe e una spesa media di 44.2 euro pro capite. Cifre che valgono alla città il 31esimo posto a livello nazionale: a rivelarlo è una graduatoria pubblicata questa mattina da Sole...

AREZZO VIGILI URBANI MULTE

Oltre quattro milioni di euro incassati dal comune di Arezzo per le multe e una spesa media di 44.2 euro pro capite. Cifre che valgono alla città il 31esimo posto a livello nazionale: a rivelarlo è una graduatoria pubblicata questa mattina da Sole 24 ore. L'inchiesta prende in esame i dati relativi allo scorso anno e mette in evidenza come in media rispetto gli introiti delle amministrazioni italiane siano aumentati del 18 per cento rispetto all'anno prima, e che la crescita negli ultimi anni è stata costante. Non solo, stando a quanto riportato dal Sole 24 Ore: "L’80,3% degli incassi arriva nei Comuni delle Regioni centro-settentrionali, dove i pagamenti medi (33,7 euro ad abitante, mini-Comuni compresi) sono più che doppi rispetto al Mezzogiorno (15,9 euro)".

Purtroppo per Arezzo non è stato rilevato il dato dell'anno precedente. Ma stando ad un atto della Giunta datato settembre 2016, le previsioni di incasso per quell'anno sarebbero state pari a 5 milioni e 700mila euro. Sembra dunque che ci sia stato un calo. Dal totale poi, si leggeva nell'atto, sarebbe stata decurtata una somma corrispondente alle spese per le riscossioni – alla quale era stato aggiunto l’importo da accantonare per il Fondo Crediti di dubbia esigibilità - pari a 2milioni e 64 mila euro. Restavano circa 3 milioni e 605mila euro, la metà dei quali da destinare alle strade aretine Nel resto della Toscana pare che la tendenza nazionale verso una crescita degli introiti sia stata confermata. Con alcuni casi limite. Se infatti Firenze è prima con 47,28 milioni incassati nel 2017 (ovvero multe per 129,3 euro procapite e un aumento del 32,3 per cento), Siena risulta la città in cui in un anno il balzo in alto è stato il maggiore. Rispetto al 2016 infatti, lo scorso anno la città del palio ha visto lievitare gli incassi del 145,6 per cento facendo arrivare nelle casse comunali 5milioni e 33mila euro e facendo salire la spesa pro capite a 98,5 euro. Salgono anche le entrate a Grosseto, del 92 per cento, mentre scendono a picco a Massa, che "totalizza" un -36,8 per cento.

Ad Arezzo gli introiti sono inferiori, si "fermano" infatti a 4 milioni e 370 mila euro e la spesa a testa è di circa la metà rispetto alla cugina senese e un terzo rispetto ai fiorentini. E risulta essere la penultima in Toscana per gli importi pro capite.

LA CLASSIFICA TOSCANA

1 - Firenze: entrate 47,28 milioni, pro capite 129,23 euro (+32,3%)

5 - Siena: entrate 5,33 milioni, pro capite 98,5 euro (+145,6%)

7 - Pisa: entrate 7,45 milioni, pro capite 85,6 euro (+12,7 %)

16 - Pistoia: entrate 5,58 milioni, pro capite 62 euro (-5,3%)

18 - Livorno: entrate 9,17 milioni, pro capite 57,9 euro (+17%)

19 - Lucca: entrate 4,60 milioni, pro capite 54,9 euro (+3,9%)

20 - Grosseto: entrate 4,36 milioni, pro capite 54,6 euro (+92,8%)

25 - Prato: entrate 9,45 milioni, pro capite 51 euro (-0,1%)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
31 - Arezzo: entrate 4,37 milioni, pro capite 44,2 euro (-)

81 - Massa: entrate 1,29 milioni, pro capite 18,3 euro (- 36,8%)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento