rotate-mobile
Attualità Bucine

L'olivone di Montebenichi, con i suoi 500 anni, simbolo della Giornata mondiale della biodiversità

Domani, 22 maggio si celebra questa giornata proclamata dall’Onu nel 1992 per ricordare l’adozione della convenzione sulla diversità biologica

Domani, 22 maggio, si celebra la giornata mondiale per la biodiversità considerata molto importante per ribadire la necessità di salvaguardare la biodiversità che continua a essere in pericolo come dimostrano la perdita degli habitat, i cambiamenti climatici, lo sfruttamento eccessivo delle risorse e l’inquinamento. L’olivicoltura riveste un ruolo chiave anche nella lotta al cambiamento climatico e al riscaldamento globale: infatti l’olivo è una delle piante che cattura più CO2 di quanta ne emette.

Il Comune di Bucine da diversi anni si è impegnato nella tutela e salvaguardia degli olivi della Valdambra e della biodiversità olivicola di questo territorio, portando avanti la valorizzazione dell’olio extravergine di oliva con il progetto Olionostrum e implementando il campo della biodiversità, in cui sono coltivati oltre 40 genotipi autoctoni della Valdambra.

Quest’anno sono state coinvolte proprio nella giornata mondiale della Biodiversità le classi prime delle scuola primaria di Bucine e Ambra con una visita all’Olivone di Montebenichi.

“L’Olivone di Montebenichi è un esemplare di olivo che per dimensioni ed età, si stima intorno ai 500 anni, rappresenta una rarissima eccezione per il patrimonio olivicolo toscano - dichiara Graziano Sani del Cnr Ibe di Firenze - e grazie al lavoro intrapreso insieme al Comune di Bucine, dal 2023 è stato iscritto nel repertorio regionale delle risorse genetiche locali”.

L’Olivone di Montebenichi è anche iscritto all’elenco degli alberi monumentali d’Italia. La tutela dell’agrobiodiversità non può che iniziare dalla tutela delle risorse genetiche locali a rischio di estinzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'olivone di Montebenichi, con i suoi 500 anni, simbolo della Giornata mondiale della biodiversità

ArezzoNotizie è in caricamento