menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'olio della Fraternita dei Laici offerto alla chiesa aretina: benedetto durante la messa crismale

Durante la cerimonia sono stati benedetti gli olii dei catecumeni e degli infermi e il crisma che serviranno per l’amministrazione dei sacramenti nel corso dell’anno

Il magistrato e il primo rettore della Fraternita dei Laici hanno offerto all'arcivescovo di Arezzo Sansepolcro Cortona, Riccardo Fontana, dell'olio extra vergine di oliva prodotto nelle tenute aretine. "Questo - hanno sottolineato i magistrati - vuole essere un segno di vicinanza tra la più antica e autorevole istituzione pubblica della città con la chiesa. L’olio è stato consacrato durante la santa messa del Crisma officiata dall’arcivescovo in cattedrale".

La messa crismale, celebrata ieri 31 marzo all'interno della cattedrale dei santi Pietro e Donato, è il momento durante il quale i presbiteri della diocesi rinnovano le promesse sacerdotali, i diaconi si ripropongono per la collaborazione e i ministri istituiscono il loro servizio a favore della comunità diocesana. Inoltre sono stati benedetti gli olii dei catecumeni e degli infermi e il crisma che serviranno per l’amministrazione dei sacramenti nel corso dell’anno.

"L’offerta dell’olio alla chiesa aretina - spiega Pier Luigi Rossi, primo rettore della Fraternita dei Laici - è un gesto simbolico di unione con la terra di Arezzo, con il lavoro agricolo, con il suo arcivescovo, guida spirituale della comunità cattolica. Questa offerta sarà mantenuta nel tempo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento