Attualità

Offerta dei ceri a San Donato: il corteo storico, il vespro solenne e lo spettacolo pirotecnico

Arezzo rende omaggio al suo santo patrono. Partono questa sera alle 20,30 le celebrazioni in occasione dell'anniversario del martirio del protettore e secondo vescovo del territorio. Due giorni intensi per la città che come ogni anno ha messo...

cero san donato30

Arezzo rende omaggio al suo santo patrono.
Partono questa sera alle 20,30 le celebrazioni in occasione dell'anniversario del martirio del protettore e secondo vescovo del territorio.

Due giorni intensi per la città che come ogni anno ha messo in calendario un ricco e fitto programma di iniziative religiose e non.

Alle 18 i primi vespri pontificali che saranno presieduti nella dal vescovo emerito di Fiesole monsignore Luciano Giovannetti nel 40° della sua ordinazione episcopale.
(Luciano Giovannetti: nato a Civitella in Valdichiana il 26 luglio 1934, ordinato sacerdote il 13 giugno 1957, il 15 febbraio 1978 è stato nominato vescovo titolare di Zaba e consacrato vescovo l'8 aprile 1978, come ausiliare di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. Vescovo di Fiesole dal 27 maggio 1981, ha fatto il suo ingresso il 6 settembre 1981. E' stato a lungo Segretario della Conferenza episcopale toscana. Il 18 aprile 2010 il papa ha accolto le sue dimissioni per limiti di età. E' presidente della Fondazione "Giovanni Paolo II" che si occupa di cooperazione con la Terra Santa e il Medio Oriente).

Alle 20,30 in piazza San Domenico si ritroveranno le rappresentative del gruppo Musici, degli sbandieratori e dei quattro quartieri della Giostra del Saracino. A questi si aggiungeranno anche i gruppi storici della provincia quali: Alla corte dei medici di Sansepolcro, ARSS rievocazioni storiche subbianesi, associazione culturale "Il palio della vittoria" di Anghiari, associazione culturale "La Rocca", Signa Aretii, Centro rievocazione storica Montevarchi, compagnia del Pallone Grosso di Monte San Savino, compagnie della Chimera, Il Lauro danze rinascimentali.

Alle 20,45 il corteo si muoverà da via Sassoverde e via Ricasoli alla volta di piazza della Libertà dove, attenderà l'uscita da Palazzo Cavallo del sindaco, della magistratura della Giostra, fanti, vessilliferi e valletti che poteranno sino alla cattedrale il cero in offerta a San Donato.

Alle 21,30 prenderà il via il vespro solenne e sulle note del "Magnificat" il primo cittadino di Arezzo accenderà il cero offerto al santo protettore. Al termine autorità e cittadini renderanno omaggio alla reliquia di San Donato.

Alle 22,45, come consuetudine vuole, tutti con gli occhi fissi al cielo in attesa del consueto spettacolo pirotecnico che illumina la notte di Arezzo.





Nella notte di ieri, all'interno del Colle del Pionta, si è svolta una piccola ma significativa cerimonia religiosa all'interno dell'area degli scavi archeologici e più precisamente, nella piccola chiesa che sorge quasi sulla sommità della collinetta.

Un omaggio a San Donato nel luogo dove venne sepolto e dove, da qualche tempo, l'associazione Academo e il suo presidente Mauro Mariottini hanno avviato una campagna di scavi archeologici per riportare alla luce il tempio a lui dedicato.





Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Offerta dei ceri a San Donato: il corteo storico, il vespro solenne e lo spettacolo pirotecnico

ArezzoNotizie è in caricamento