“Occhi Terzi”: un cortometraggio contro il bullismo è il progetto vincitore del bando comunale per le attività giovanili 2018

Presentato dall'’assessore alle politiche giovanili Tiziana Nisini il progetto “Occhi Terzi”, che ha ottenuto, insieme al patrocinio, il contributo di 2.000 euro da parte dell'’amministrazione comunale alla prima scadenza del bando attività...

Occhi terzi 1

Presentato dall'’assessore alle politiche giovanili Tiziana Nisini il progetto “Occhi Terzi”, che ha ottenuto, insieme al patrocinio, il contributo di 2.000 euro da parte dell'’amministrazione comunale alla prima scadenza del bando attività sportive e giovanili 2018:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Il comune - ha dichiarato l'’assessore - ha fatto una scelta, quella di dare merito al merito. Dunque, ci piace premiare progetti come questo che riguarda un tema molto attuale e offrire spazio ai giovani che dimostrano capacità di espressione. Confidiamo che famiglie e istituzioni si mettano in gioco e con i diretti protagonisti, i giovani, contribuiscano a combattere quella che sta diventando una piaga sociale”." "Il progetto, realizzato dall'’associazione Stwc Cinema, affronta un tema delicato come quello del bullismo “da un punto di vista spesso dimenticato - ha specificato Vittorio Martinelli presidente dell'’associazione - né quello del bullo né quello della vittima, ma quello degli ‘occhi terzi’ di un amico, che pur non vivendo la violenza in prima persona diventa testimone privilegiato di quanto accade e ha potere di influirvi. Anno scorso ci eravamo occupati di violenza di genere. Il nostro obiettivo, dunque, come associazione è quello di creare ponti tra i giovani, anche appartenenti a più generazioni, coinvolgendoli in progetti a sfondo sociale”."

Il progetto è stato concepito in due fasi: la prima è consistita nella realizzazione di un cortometraggio, con protagoniste Marta Vaselli e Matilde Tuberti, dopo di che è prevista la presentazione di quanto realizzato in una serata aperta agli studenti delle scuole e alla cittadinanza in generale, con proiezione dello stesso cortometraggio e dibattito incentrato sul bullismo.

Questo appuntamento pubblico con la proiezione del cortometraggio e il dibattito si svolgerà mercoledì 10 ottobre dalle 18,30 all’'Informagiovani di piazza Sant’'Agostino. Interverranno il regista del cortometraggio nonché presidente associazione Stwc Cinema e avvocato Vittorio Martinelli, lo psicologo Roberto Zarro, il docente Agostino Fabbri e alcuni studenti del centro di informazione e consulenza del liceo artistico di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento