Maddalena De Luca nuovo prefetto: "Priorità alla sicurezza urbana e collettiva. Saracino a settembre? Non lo escludo"

Arrivata da Rovigo dove dal 2018 ha fatto le veci del governo, oggi ha preso ufficialmente il posto di Anna Palombi

L'obiettivo è quello di garantire una sicurezza maggiore che consenta a tutti "di godere di una provincia sana, ricca di storia e di eventi unici". Maddalena De Luca, nuovo prefetto di Arezzo, si presenta così alla città. Arrivata da Rovigo dove dal 2018 ha fatto le veci del governo, oggi ha preso ufficialmente il posto di Anna Palombi. "Il mio modo di lavorare - ha spiegato - si incentra su un contatto diretto con la popolazione. Credo che sia mio preciso compito essere presente. Sono onorata di essere stata incaricata di guidare la prefettura di Arezzo".

Maddalena De Luca è quarta donna negli ultimi anni a capo della prefettura aretina e segue i mandati di Alessandra Guidi, Clara Vaccaro e, come detto, di Anna Palombi. Tra gli impegni subito in agenda c'è stato il primo incontro con il comitato di pubblica sicurezza al quale hanno preso parte i rappresentanti delle forze dell'ordine locali. "Ho riscontrato da subito una grande volontà di collaborazione - spiega - questo sicuramente è molto importante. Ho intenzione di intervenire in maniera chirurgica per contrastare degrado e microcriminalità. Avrò anche particolare attenzione per tutti i fenomeni che possono denotare infiltrazioni da parte della criminalità organizzata a tutela, soprattutto, di determinate attività economiche presenti nel tessuto imprenditoriale aretino. Non tralasceremo nessun campanello d'allarme e opereremo in maniera puntuale".

Dunque sicurezza priorità assoluta. "Valuterò personalmente tutte le questioni che arriveranno sulla mia scrivania perché è il mio modo di interpretare questo ruolo - aggiunge - vogliamo assicurare al territorio una sicurezza molto ampia. Cercheremo di andare ad incidere anche sulla sicurezza partecipata. Il mio obiettivo primario è proprio questo. Tutti noi abbiamo voglia di tornare alla normalità e avere una socialità che in questo anno e mezzo ci è stata preclusa a causa del Covid. Ma questo non ci esime dal prestare attenzione e rispettare le disposizioni in materia di contenimento del contagio. Ogni attività che sarà possibile fare verrà fatta nel pieno rispetto e osservanza di queste disposizioni". 

E tra le questioni di prossimo interesse c'è anche quella relativa ai grandi eventi. Uno su tutti la Giostra del Saracino per la quale gli aretini sperano in un suo ritorno il prossimo settembre. "Per quanto riguarda la Giostra del Saracino di settembre, ancora ta non ne abbiamo parlato, dipenderà da andamento epidemiologico - ha specificato - ma spero proprio che potrà essere fatta. Staremo a vedere se ci saranno le condizioni di sicurezza pubblica ma sono fiduciosa".

Si parla di

Video popolari

Maddalena De Luca nuovo prefetto: "Priorità alla sicurezza urbana e collettiva. Saracino a settembre? Non lo escludo"

ArezzoNotizie è in caricamento