Nuove Acque completa i lavori per il collegamento al depuratore della zona sud di Castiglion Fibocchi

Grazie a un investimento di 450mila euro, ulteriori 550 abitanti potranno beneficiare di un moderno sistema di fognatura

Nuove Acque, il gestore del servizio idrico della provincia di Arezzo e parte della provincia di Siena, ha completato i lavori per il collegamento alla rete fognaria delle zone Nord/Ovest e Sud/Ovest di Castiglion Fibocchi (AR), a beneficio di circa 550 abitanti e della principale zona industriale del centro. Le località che hanno beneficiato dell’intervento sono principalmente la zona di Sant’Agata, delle Capannelle e l’area produttiva di Moraia.

Grazie a un investimento complessivo di circa 450 mila euro, finanziato interamente da Nuove Acque, i nuovi collettori permettono di far confluire le acque reflue al depuratore “Due Ponti” situato in località Capannelle, completando il trattamento degli scarichi di tutto l’abitato di Castiglion Fibocchi. Le acque di scarico delle utenze civili, industriali e commerciali saranno trattate presso l’impianto di depurazione locale, progettato e costruito secondo le più attuali innovazioni tecniche e scientifiche: un impianto in grado di trattare i reflui civili e  industriali con un processo chimico fisico e biologico, che consente di gestire correttamente il progressivo incremento del carico inquinante, così da restituire all’ambiente la risorsa idrica nel pieno rispetto della normativa vigente e dell’ecosistema circostante. L’impiego di un processo di depurazione dei reflui urbani mediante microorganismi, i c.d. fanghi attivi, consente di minimizzare i consumi energetici e al contempo di “trasformare” il carico inquinante in materiale organico che viene valorizzato in altri impianti attraverso processi di compostaggio, il tutto nell’ottica di una economia circolare divenuta oramai un requisito imprescindibile.

“Il nostro impegno per dotare Castiglion Fibocchi di un servizio di depurazione moderno è iniziato quasi dieci anni fa con la costruzione dell’impianto di depurazione dei Due Ponti e il collegamento a gran parte del territorio urbano” – ha dichiarato Paolo Nannini, Presidente di Nuove Acque. “Nel corso del tempo abbiamo gradualmente introdotto delle innovazioni e degli ampliamenti del servizio fino ad arrivare a questo sfortunato 2020 in cui, con sforzi resi ancora più duri dall’emergenza sanitaria, siamo comunque riusciti a collegare al depuratore anche un’altra parte dell’area urbana e industriale. La depurazione secondo le innovazioni più moderne è un servizio che seppur meno visibile di quello della potabilizzazione ha una grande importanza per le utenze domestiche e industriali, oltre che a rappresentare la chiave per limitare al minimo l’impatto della nostra attività sull’ambiente: per questo, continueremo a seguire questa strada da tempo tracciata da Nuove Acque”.

Il nuovo sistema di fognatura, che si articola in circa 2600 metri di collettori tra sistemi a gravità e in pressione e tre sistemi di sollevamento, è già attivo da qualche settimana. Con questa estensione, l’impianto Due Ponti è in grado di depurare il 100% degli scarichi prodotti dalle utenze dell’abitato di Castiglion Fibocchi.

“A nome dell'intera comunità di Castiglion Fibocchi” – ha aggiunto il Sindaco, Marco Ermini - “esprimo un sincero ringraziamento a Nuove Acque per la conclusione di questo importante progetto.
Per noi è una grande soddisfazione avere a disposizione il depuratore, i cui lavori di realizzazione sono iniziati qualche anno fa e oggi sono giunti al termine. Si tratta infatti di un progetto molto importante sia dal punto di vista dei servizi che da quello ambientale. Tra i punti fermi della mia Amministrazione ci sono, appunto, l'attenzione e la tutela per l'ambiente, il rispetto delle norme e l'impegno per raggiungere gli obiettivi europei per un sistema più sostenibile. L'impianto "Due Ponti" è lo strumento per poter controllare e monitorare gli scarichi civili e industriali del nostro Comune, garantendo così una maggiore sicurezza e tutela per tutti i cittadini e per il territorio. Stiamo valutando – conclude il Primo Cittadino - la fattibilità e la sostenibilità economica per il nostro Comune di un ulteriore intervento per la realizzazione dell’impianto di trattamento dei reflui anche per la frazione di Gello Biscardo, dove attualmente è presente solo il collettore. La continua collaborazione tra Amministrazione Comunale e Nuove Acque favorirà ancora il raggiungimento degli obiettivi di ottimizzazione dei servizi erogati all'interno del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

  • Coronavirus: 658 nuovi casi e 32 decessi. I dati di oggi della Regione Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento