Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Nuova sede ad Anghiari del Convitto Vittorio Emanuele II di Arezzo

Firmato questa mattina, giovedì 22 marzo 2018, il protocollo d’intesa per la gestione del convitto nazionale “Vittorio Emanuele II” di Anghiari. La firma è avvenuta nel palazzo della Provincia, alla quale hanno partecipato Eleonora Ducci, vice...

IMG_8897

Firmato questa mattina, giovedì 22 marzo 2018, il protocollo d'intesa per la gestione del convitto nazionale "Vittorio Emanuele II" di Anghiari.

La firma è avvenuta nel palazzo della Provincia, alla quale hanno partecipato Eleonora Ducci, vice presidente della Provincia di Arezzo, Alessandro Polcri, sindaco del Comune di Anghiari e Luciano Tagliaferri, dirigente scolastico del convitto nazionale Vittorio Emanuele II.

Il convitto è ospitato nel prestigioso Palazzo Testi di proprietà del Comune Anghiari, che assieme al liceo artistico con indirizzo design arte del legno, rappresenta una realtà unica in Italia nel settore del restauro.

L'amministrazione provinciale, ha accolto con favore la richiesta del dirigente Tagliaferri, relativa all'istituzione di una nuova sede ad Anghiari inserendola così nel piano annuale di dimensionamento ed offerta formativa della rete scolastica, nell'ambito dell'attività di programmazione per l'anno scolastico 2018-2019.

"L'intesa che abbiamo firmato oggi, è la perfetta dimostrazione che la collaborazione e la sinergia tra gli Enti, fa solo bene al nostro territorio; in questo caso per l'istruzione e per il diritto allo studio - dichiara Eleonora Ducci - Ringrazio il sindaco Polcri per aver assegnato in comodato gratuito il complesso edilizio di Palazzo Testi al convitto nazionale Vittorio Emanuele di Arezzo e ringrazio Tagliaferri per l'impegno che ne conseguirà per tutto ciò che riguarda la gestione del convitto stesso. La Provincia di Arezzo dal canto suo farà la sua parte, accollandosi le spese per le utenze relative al consumo di combustibile, di elettricità e dell'acqua; monitorando altresì l'andamento dei costi stessi."

Inizialmente il convitto vanterà una capacità ricettiva pari a venti posti letto, ed ospiterà gli studenti del liceo artistico.

Parole di soddisfazione sono giunte dal sindaco di Anghiari Polcri.

"Vogliamo dare un'immagine più importante a questa scuola che negli ultimi anni ha subito vari contraccolpi sotto il profilo della mancanza di iscritti; con il servizio dell'accoglienza significa richiamare tanti studenti provenienti da tutta Italia, ma anche stranieri. Un istituto che valorizza le tradizioni del territorio, ed un mestiere che ha una grande valenza artistica. "Crediamo fermamente che si debba dare una dimensione internazionale, ad una scuola che può essere da richiamo per tanti studenti; dato che siamo in continuo contatto con le associazioni di categoria sull'ambito della lavorazione del legno; ne è infatti una dimostrazione il recente convegno nazionale su legno e arredo che si è svolto nei giorni scorsi proprio ad Anghiari - conclude Luciano Tagliaferri.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova sede ad Anghiari del Convitto Vittorio Emanuele II di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento