menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nominato il commissario per la Due Mari: 1,9 miliardi per completare l'infrastruttura

Si tratta di Massimo Simonini, l'attuale amministratore delegato e direttore generale di Anas. Grazie all'investitura dell'Esecutivo, ottiene poteri speciali, che gli permetteranno di velocizzare i lavori

E' stato nominato il commissario per il completamento della Due Mari Grosseto-Fano, il cui annoso completamento potrebbe essere a un punto di svolta, dopo l'inclusione dell'infrastruttura tra le 50 opere prioritarie del Dl Semplificazioni. Contestualmente a quella decisione, risalente allo scorso luglio, il Governo decise per il commissariamento dell'opera, proprio per imprimere un'accalerata ai lavori. Nel Dl estivo era stato infatti inserito il progetto "Italia veloce", da 200 miliardi, per indicare i cantieri italiani da terminare. In tutto 130 opere da sboccare, ma per una cinquantina - tra cui la E78 - era stata data la priorità, con l’arrivo del commissario.

Chi è il commissario alla Due Mari

Quella figura, oggi, ha un volto: si tratta di Massimo Simonini, ovvero l'attuale amministratore delegato e direttore generale di Anas (incarico che ricopre dal dicembre 2018). Simonini, grazie all'investitura dell'Esecutivo, ottiene così poteri speciali, che gli permetteranno di velocizzare i lavori: da oggi assume il ruolo di commissario governativo straordinario per la Grosseto-Fano. L'annuncio è stato dato nella serata di ieri dall’onorevole Alessia Morani, sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo economico. Simonini, ha 58 anni, è ingegnere civile. Da tempo impegnato in Anas con vari ruoli, da circa due anni ne è al vertice. L'idea per i futuri cantieri è quella di seguire il "modello-Morandi", il ponte di Genova crollato nell'agosto 2018. Un'opera commissariata e ricostruita in tempi rapidi. Per il completamento della E78, il Governo ha destinato 1 miliardo e 921 milioni di euro. L'ultimazione del tratto aretino è stata già interamente finanziata.

Il commento di Ceccarelli

Sulla nomina interviene anche il capogruppo Pd in consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli. “Sono molto soddisfatto per la nomina del Commissario per la realizzazione della Due Mari. Negli anni scorsi, come assessore regionale alle infrastrutture, ho lavorato assiduamente con il Ministero e Anas per ottenere il finanziamento della progettazione di tutti i tratti mancanti in territorio toscano e a più riprese avevo chiesto che fosse nominato un Commissario ad hoc che potesse occuparsi della sua realizzazione. La progettazione sta andando avanti e dovrebbe essere pronta entro l’estate. La Due Mari è un’opera strategica per tutta la Toscana e per il paese, molto attesa anche dal mondo produttivo – aggiunge Ceccarelli  - ma purtroppo è anche una vicenda che va avanti senza soluzione da molto, troppo, tempo. Nei mesi scorsi siamo riusciti a riattivare il percorso interloquendo con il Governo e grazie all’attenzione dimostrata dal ministro De Micheli. La nomina del Commissario sancisce innanzitutto che la Due Mari è riconosciuta come strategica e prioritaria anche da parte del Governo e poi potrà sicuramente accelerare l’iter di realizzazione. Si tratta un’opera complessa che coinvolge tre regioni, molte province, comuni, tanti livelli amministrativi e territori diversi. Faccio i migliori auguri di buon lavoro a Simonini che sarà un Commissario autorevole, in quanto già presidente di Anas, sono certo che troverà dalla Toscana tutta la collaborazione di cui avrà bisogno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento