rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Attualità

Nelle viscere di piazza Grande, ecco i cunicoli che collegano Fraternita e acquedotto Vasariano

Nelle viscere di piazza Grande alla ricerca del collegamento tra la galleria dell'acquedotto Vasariano e i sotterranei di Palazzo di Fraternita. Questa mattina vigili del fuoco, geometri del Collegio geometri aretini e il primo rettore di...

Nelle viscere di piazza Grande alla ricerca del collegamento tra la galleria dell'acquedotto Vasariano e i sotterranei di Palazzo di Fraternita. Questa mattina vigili del fuoco, geometri del Collegio geometri aretini e il primo rettore di Fraternita dei Laici Pierluigi Rossi si sono calati all'interno del pozzo che si trova di fronte alle scalinata del Palazzo per un sopralluogo speciale. L'obettivo era quello di verificare l'esistenza di questo passaggio per poi valutare l'elaborazione di un progetto che in futuro potrebbe permettere ad aretini e turisti di accedere all'interno della galleria riscoprendo così dall'interno questa pregevole opera urbanistica.

"Palazzo di Fraternita è un edificio secolare - ha spiegato Pierluigi Rossi - perciò abbiamo pensato che nel Seicento, quando i magistrati del tempo decisero di fare l'acquedotto, probabilmente l'acqua entrava anche nel Palazzo. Ci siamo chiesti quindi se esistessero delle vasche di contenimento dell'acqua e se esistesse un collegamento idraulico tra queste vasche e l'acquedotto. La risposta è arrivata oggi: abbiamo la conferma che questo collegamento esiste ed è una notizia di particolare valore perché ci permetterà di valutare progetti di riscoperta dei cunicoli dell'acquedotto Vasariano".

Questa mattina è stata fatta luce su di un percorso che porta da un lato verso la parte bassa della piazza e dall'altro verso le Logge Vasari. Circa 500 metri in tutto che i vigili del fuoco e il primo rettore Rossi hanno attraversato questa mattina. Insieme a loro i geometri laureati del Collegio geometri di Arezzo, che hanno iniziato a fare i rilievi in questo luogo che ad oggi "non era mai stato sottoposto studi così accurati - spiega Ennio Cerofolini del Collegio dei geometri di Arezzo - e le cui peculiarità non sono mai state tracciate su una mappa".

"Adesso - conclude Rossi - sarà necessario un progetto all'interno di quello già tracciato per la risistemazione della terrazza, affinché si possa creare una possibile entrata tra sotterranei di Fraternita e galleria dell'Acquedotto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle viscere di piazza Grande, ecco i cunicoli che collegano Fraternita e acquedotto Vasariano

ArezzoNotizie è in caricamento