Attualità

"Chiudiamo", la scelta di Anna, Elena e Barbara. Limitazioni e negozi aperti: la mappa di Arezzo

Sono molti i piccoli esercizi che in queste ultime ore hanno scelto di interrompere la propria attività: "Ce lo impone la coscienza". Ecco quali attività sono aperte e quali sottoposte a limitazioni

"Chiudiamo, ce lo impone il senso di responsabilità e il rispetto verso la nostra e la vostra salute". La scelta di Elena, Anna e Barbara, proprietarie della libreria per ragazzi La Casa sull'Albero, è dettata dagli stessi principi che hanno ispirtato altri aretini ad abbassare la saracinesca. In queste ultime ore sono molti che hanno deciso di dare un segnale forte optando per la scelta più dura: chiudere i battenti fino a nuova direttiva. 

"Non è stato facile - scirvono le tre proprietarie dell'attività - ma in coscienza ci siamo sentite di prendere questa decisione per noi stesse e per gli altri. Speriamo di poter tornare presto a fare il nostro lavoro e di rivedere la libreria piena di persone che leggono, parlano e condividono l'amore per i libri e le storie".

"Giù le sracinesche contro il Coronavirus", la proposta choc di Confcommercio

Stop ai locali dalle 18, ma molti chiudono per tutto il giorno: "Senso di responsabilità"

Fatta eccezione per le scelte individuali dei singoli commercianti ed attività ecco quali sono le attività aperte, chiuse e con limitazioni.

I servizi aperti

Farmacie, parafarmacie, uffici comunali, cimiteri restano aperti. Saranno attivi i servizi di consegne pasti a domicilio e assistenza domiciliare dell'ente pubblico, i trasporti sociali, gli ambulatori, i mercati rionali. 

I servizi chiusi

Sono sospese le scuole di ogni ordine e grado e nidi, così come concorsi pubblici, eventi, congressi, e attività culturali oltre a riunioni e assemblee in luoghi pubblici o privati. Centri sportivi e palestre chiusi, chiuso il museo d'arte contemporanea, le biblioteche civiche, i cinema e i teatri. E ancora pub, scuole di ballo, sale gioco, sale scommesse, discoteche, centri benessere non potranno aprire. Resta sospesa anche la possibilità di fare cerimonie civili e religiose, matrimoni e funerali. 

I servizi limitati 

Restano chiusi nei giorni festivi e prefestivi i negozi all'interno dei centri commerciali (tranne le farmacie). Sabato e domenica è prevista la chiusura delle medie e grandi strutture di vendita. Per bar, gelaterie e ristoranti è prevista l'apertura dalle 6 alle 18, sempre con il mantenimento dell'obbligo di distanze di sicurezza e interdizione del servizio al banco. 

In generale l'apertura di attività commerciali, supermercati, negozi di vicinato e mercati, è sempre condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone. Gli eventi sportivi e allenamenti sono possibili solo a porte chiuse e per atleti tesserati professionisti. 

WhatsApp Image 2020-03-10 at 10.12.35-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiudiamo", la scelta di Anna, Elena e Barbara. Limitazioni e negozi aperti: la mappa di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento