menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale, verso un nuovo dpcm: otto giorni in zona rossa e pranzo con due congiunti

Tutto dovrebbe essere indicato in un nuovo Dpcm in arrivo nelle prossimo ore, forse accompagnato da un decreto legge. Ma qualcosa potrebbe ancora cambiare

Zona rossa per otto giorni dal 24 al 27 dicembre e dal 31 al 3 gennaio e possibili  restrizioni da zona arancione negli altri giorni, con la deroga per il pranzo allargato a due congiunti. Inizia a delinearsi il Natale che verrà. Tutto dovrebbe essere indicato in un nuovo Dpcm in arrivo nelle prossimo ore, forse accompagnato da un decreto legge. Ma qualcosa potrebbe ancora cambiare. 

Ieri sera, dopo che il governo aveva annunciato alle Regioni l'intenzione di proclamare la zona rossa in tutta Italia dal 24 dicembre al 7 gennaio e in seguito alle prime proteste degli enti locali e dell'opposizione il premier ha proposto una mediazione ai ministri del Partito Democratico e di LeU, che sostengono la linea dura, e al MoVimento 5 Stelle e Italia Viva, che invece non volevano sentir parlare di restrizioni a Natale.

Ma cosa prevede nel dettaglio questo nuovo piano, non ancora approvato? Ecco punto per punto gli argomenti di discussione.

  • una zona rossa in tutta Italia nei giorni 24, 25, 26 e 27 dicembre 2020 e 31 dicembre, 1, 2 e 3 gennaio 2021;
  • una zona arancione con chiusura dei negozi e limiti alla libertà di spostamento nei giorni precedenti (dal 21 dicembre?), dal 28 al 30 e poi fino all'Epifania compresa;
  • una deroga - della quale ha parlato ieri sera l'agenzia Ansa - ancora tutta da comprendere nelle sue funzionalità, al divieto di spostamenti tra comuni - ed eventualmente anche all'interno di uno stesso comune in caso di ripristino della zona rossa - per i due congiunti più stretti in occasione del cenone della vigilia di Natale e del pranzo del 25.

Tutto verrebbe attuato attraverso un nuovo Dpcm - spiega Today - forse accompagnato da un decreto legge last minute da varare nelle prossime ore o nel week end.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento