rotate-mobile
Attualità

Municipale in stato di agitazione: scongiurato lo sciopero. I sindacati: "Riprendano le trattative"

Era previsto per il 10 dicembre lo sciopero della Polizia Municipale di Arezzo. "Lo abbiamo ritirato - spiegano i sindacati - sarebbe stato un danno enorme alla città"

Lo sciopero era stato indetto per domenica 10 dicembre ma, le successive valutazioni, hanno portato i rappresentanti sindacali a revocarlo. "Sarebbe stato un danno enorme per la città che, in questi giorni, accoglierà un numero importante di visitatori" hanno fatto sapere i rappresentanti sindacali Sulpl di Arezzo.

Ma nonostante la giornata di stop al lavoro non ci sarà più, permane lo stato di agitazione. "Sì perché le trattative apertesi con la delegazione trattante - fa sapere il segretario provinciale Sulpl Davide Frondaroli - non avevano portato ai risultati sperati e per questo avevamo indetto lo sciopero. L'intento di questa sigla era aprire un tavolo tecnico costruttivo per addivenire a una graduale risoluzione delle problematiche esposte nel tempo".

Quali? "Uno dei primi punti - prosegue il segretario - è il problema della carenza d'organico. Sono 85 gli agenti in forza alla Municipale di Arezzo che si alternano su tre turni. Un numero che, viste le attività che siamo chiamati a svolgere, non è affatto sufficiente. Poi ci sono le questioni della sede di via Setteponti, in completo stato di fatiscenza. E ancora la mancanza di fondi per divise ed equipaggiamento oltre alla carenza di momenti di formazione. Per onore di verità, su quest'ultimo punto, dobbiamo riconoscere che un primo step è stato fatto con un corso organizzato nelle scorse settimane. Però non è sufficiente. Il personale ha bisogno di questo genere di iniziative per lavorare al meglio e in sicurezza. Inoltre abbiamo fatto presente alla delegazione trattante la problematica riguardante la carenza di operai della manutenzione durante gli eventi pubblici. Questo comporta che i nostri agenti debbano svolgere pure attività che non gli competono".

E poi c'è la questione taser. "Nei giorni passati - prosegue Frondaroli - si è visto un primo riscontro positivo con l'approvazione da parte del consiglio comunale dell'avvio alla sperimentazione. Questo ci ha dato lo spunto per ritirare lo sciopero poiché abbiamo visto la concreta volontà dell'amministrazione a voler trovare delle soluzioni".

Taser per la Municipale. I sindacati: "Non chiamateci Rambo"

Ma tutto questo ancora non è sufficiente. "Lo stato di agitazione - aggiunge - rimane comunque aperto. L'attenzione di questa sigla sugli annosi problemi rimasti in sospeso rimane alta. Ci aspettiamo già dal mese di gennaio una rapida ripresa delle trattative auspicando di trovare presto le condizioni per ritirare anche lo stato di agitazione. Ormai da anni questa sigla sindacale porta avanti battaglie sia a livello nazionale che locale per i diritti dei lavoratori della polizia locale che sono ancora in attesa di una vera riforma seria di settore promessa da tutti i governi ma a oggi non realizzata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipale in stato di agitazione: scongiurato lo sciopero. I sindacati: "Riprendano le trattative"

ArezzoNotizie è in caricamento