Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

Municipale: "al lavoro sì ma con la giusta retribuzione, mezzi adeguati e direttive razionali". La Rsu replica al sindaco

E' in seguito all'incontro che si è svolto pochi giorni fa all'interno della centrale operativa di via Sette Ponti che la Polizia Municipale interviene circa le recenti dichiarazioni del sindaco Ghinelli. Il faccia a faccia, a detta del primo...

vigili_urbani_polizia_municipale (11)

E' in seguito all'incontro che si è svolto pochi giorni fa all'interno della centrale operativa di via Sette Ponti che la Polizia Municipale interviene circa le recenti dichiarazioni del sindaco Ghinelli.

Il faccia a faccia, a detta del primo cittadino, è servito a fare chiarezza circa le vicende sindacali che riguardano il corpo sia quelle di carattere pratico. Di seguito riportiamo l'intervento da parte della rsu. La FP-CGIL, la UIL-PL e il CSA ringraziano il Sindaco di Arezzo per aver voluto incontrare i vigili urbani per gli auguri di Natale. Abbiamo ascoltato le sue parole con interesse: maggiore presenza della Polizia Municipale sul territorio, programmazione delle opere infrastrutturali (rotatoria in Via Fiorentina, utilizzo del parcheggio Baldaccio per la sosta, eliminazione graduale del traffico all'interno della città murata e tanto altro). Successivamente abbiamo letto i resoconti della stampa e dei media locali, e qualcosa ha cominciato a stonare: cittadini incivili, agenti di Polizia Municipale disattenti e demotivati, risoluzione sulla clamorosa pretesa di alcuni dirigenti del Comune di Arezzo di far lavorare gratis o quasi i turnisti nelle giornate festive infrasettimanali, presentata come una concessione e non come la vittoria di un diritto sacrosanto (quello ad essere retribuiti per il proprio lavoro). Necessario allora fare chiarezza: A) Gli agenti di PM intendono fare i vigili con la giusta retribuzione, con mezzi adeguati e con direttive razionali; B) Il Sindaco ha invitato a non usare il "bastone" ma molta più "carota" (sui giornali sembrava il contrario), intendendo con questo molta presenza e dissuasione, la repressione solo quando necessario; C) La questione dei festivi infrasettimanali non è affatto conclusa, lo sarà solo quando saranno pagati anche gli arretrati, non un solo minuto di lavoro prestato dovrà restare senza retribuzione; D) Ricordiamo a tutti che le uniche mobilità registrate negli anni vanno nel senso dell'uscita dal Corpo della PM, mai o quasi mai in ingresso, quindi gli agenti di PM non hanno privilegi rispetto agli altri dipendenti comunali, semmai subiscono evidenti discriminazioni rispetto alle altre Forze di Polizia, con cui si trovano sempre più spesso ad operare; E) Tutti devono sapere che il Comune non può accogliere nei ruoli amministrativi tutti gli agenti di PM che per ragioni di salute, di età o di sopraggiunte difficoltà volessero uscire dal Corpo; il Sindaco lo sa bene, quindi non può aver inteso di voler accogliere tutte le richieste in questo senso; F) Per il futuro è necessario acquisire risorse per migliorare la sicurezza, aumentare la presenza di agenti di PM sulla strada, modificare dove è necessario i tempi di copertura del servizio, "rammendare" le periferie; il Sindaco si è dichiarato consapevole di ciò, citando l'utilizzo di risorse che leggi nazionali prevedono a questo scopo, il Codice della Strada e la nuova Legge di stabilità 2016 le principali; ebbene ciò avverrà se tutte le strutture del Comune lavoreranno per rendere possibili questi interventi. La recente determinazione organizzativa, di costituzione delle strutture direttive intermedie, le cosiddette posizioni organizzative, oltre a determinarne un numero eccessivo, quindi un costo eccessivo, in alcuni casi va nella direzione di soddisfare aspettative individuali, fino ad arrivare al vecchio e mai troppo vituperato principio del "premiare per rimuovere". Allora, siamo in mezzo al guado: alcuni passi avanti sono stati fatti, e di questi ringraziamo il Sindaco, ma adesso è necessario che risolva definitivamente i contenziosi (tutti) e non conferisca incarichi delicati e ben remunerati a chi i contenziosi li ha provocati (altrimenti a breve ci ritroveremo con le stesse resistenze leguleie e da azzeccagarbugli ostili e inadatti ad assumersi responsabilità di risultato). L'Amministrazione Ghinelli assicuri una nuova stagione in cui la contrattazione e il senso di responsabilità verso la città ricreino quell'armonia perduta nella macchina comunale, a tutto vantaggio di Arezzo. Bene infine l'annunciata nomina in tempi brevissimi sia del Comandante della Polizia Municipale, sia del Segretario generale, i cui nomi, se confermati, sono da noi conosciuti come persone equilibrate, competenti e serie.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipale: "al lavoro sì ma con la giusta retribuzione, mezzi adeguati e direttive razionali". La Rsu replica al sindaco

ArezzoNotizie è in caricamento