Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

Il Mumec di Arezzo a Padova per la rievocazione della prima illuminazione elettrica del Veneto

Fausto Casi rimetterà in funzione, dopo lo spegnimento delle luci della città, la prima lampada ad arco, lì accesa nel 1853

un momento del restauro della lampada ad arco

Il MUMEC Museo dei Mezzi di Comunicazione vola a Padova per una due giorni dedicata alla storia della fisica. Una preziosa nuova collaborazione si apre infatti per il museo aretino con il Museo di Storia della Fisica dell’Università di Padova. Caratterizzato quest’ultimo da pezzi di grande valore, spesso unici o rarissimi, rappresenta una preziosa testimonianza delle attività di ricerca e didattica svolte all’Universita di Padova nel campo della fisica; una fra queste è stata la presenza dello scienziato Galileo Galilei che con il suo cannocchiale, il compasso geometrico e militare e il giovilabio vi ha insegnato per alcuni anni. Gli strumenti stessi narrano infatti le vicende degli scienziati, le loro idee, lo svolgersi dei loro esperimenti e I’intrecciarsi dei contatti che si stabilirono nelle varie epoche fra l’Universita di Padova e la comunità scientifica italiana ed internazionale.

L’occasione che ha visto entrare fra le collaborazioni principi quella del MUMEC Museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo è quella del 31 agosto e 1 settembre 2021 quando il Museo padovano riaprirà le porte al pubblico, alla fine di una complessa operazione di riallestimento. La serata si aprirà con i saluti istituzionali del rettore Unipd Rosario Rizzuto, del sindaco di Padova Sergio Giordani, del direttore del Dipartimento di Fisica e Astronomia Flavio Seno, della direttrice Valentina Casi del MUMEC (Museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo) e del curatore scientifico del MUMEC, Fausto Casi. A seguire, la conferenza 'L’illuminazione elettrica nell’800' con la partecipazione di Paolo Brenni (Museo Galileo di Firenze) e, alle 21.45, lo spettacolo teatrale 'Il 31 Agosto 1853 a Padova' con Lorenzo Maragoni e accompagnamento musicale di Annamaria Moro e Francesco Rocco. L'evento si concluderà con l’accensione, curata dall’aretino Fausto Casi, della lampada ad arco voltaico ottocentesca prestata dal MUMEC stesso.

Fausto Casi - Temperatore orologio-2

Per l’occasione, grazie alla collaborazione con il Comune di Padova, verranno spente le luci della città sul “Liston” nei pressi di Palazzo Bo facendo di quella creata dal MUMEC l’unica illuminazione della zona così come fu alla metà del 1800 ad opera del Prof. Zantedeschi.

“La messa a punto del manufatto” spiega Casi “ha comportato un complesso lavoro durato settimane ed iniziato con il completamento della lampada ad arco Tecnomasio italiano - Longoni Luigi con regolatore di tipo Victor Serrin con nuovi carboni presenti in magazzino ed usati per l’accensione di lampade ad arco simili, già impiegate nelle macchine da cinema muto con le quali ho dimestichezza perché usate, negli anni passati, per le proiezioni di intere pellicole dei film muti degli anni 1900 – 1920. Messa in funzione tutta l’apparecchiatura di alimentazione, in collaborazione con il team tecnico del Museo (Alfio Peruzzi e Bruno Bruni) e del Prof. Paolo Brenni, Presidente della S.I.S. Scientific Instrument Society con sede a Londra , siamo passati quindi alla fase definitiva di collaudo della nostra lampada: abbiamo collegato lo strumento di misura della tensione all’uscita dell’alimentatore per controllare in tempi reali i valori determinati dall’assorbimento dell’arco durante l’accensione. Allacciati infine i due fili di alimentazione, stando attenti alle polarità positivo e negativo, come segnato nei due morsetti della lampada, e chiuso il circuito con l’interruttore posto nella rete a 220 Volt abbiamo ottenuto un primo rossore tra le punte che in pochi attimi si è trasformato in un arco luminoso a luce bianca accecante capace di illuminare a giorno tutto il laboratorio”.

Un’immensa luce, quella descritta da Casi; un’eccellente operazione di restauro e rimessa in funzione dell’apparato ottocentesco; ma soprattutto un’enorme orgoglio del MUMEC Museo dei Mezzi di Comunicazione per esser fra i protagonisti dell’evento Padovano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mumec di Arezzo a Padova per la rievocazione della prima illuminazione elettrica del Veneto

ArezzoNotizie è in caricamento