Monica Bettoni si "arruola" volontaria contro il Covid a Fidenza: Mattarella la nomina Cavaliere

Ex senatrice, ex sottosegretario di Stato alla Salute (con Prodi e D'Alema), ex direttore generale dell'Istituto superiore della sanità e medico di professione, a 69 anni ha prestato servizio nell’ospedale di Vaio, nel comune di Fidenza. Ora arriva il riconoscimento dal Capo dello Stato

Tra i 57 nuovi cavalieri della Repubblica scelti dal presidente Sergio Mattarella tra coloro che hanno combattuto il coronavirus, divenendo un esempio per tutti, c’è Monica Bettoni, ex senatrice aretina, ex sottosegretario di Stato alla Salute (con Prodi e D'Alema), ex direttore generale dell'Istituto superiore della sanità e medico di professione che a 69 anni si è arruolata volontaria e ha prestato servizio nell’Ospedale di Vaio, nel comune di Fidenza (Parma). L'onorificenza è stata concessa dal Capo dello Stato ai connazionali che si sono "particolarmente distinti nel servizio della comunità durante l'emergenza coronavirus”.

La dedica ai colleghi

In una sentita dichiarazione video - spiega ParmaToday - la dottoressa Bettoni ha ripercorso i giorni del suo servizio. “Questa onorificenza la dedico a tutti i colleghi e gli operatori che ho conosciuto che in questa emergenza hanno continuato a lavorare e ad onorare la professione e non si sono fatti paralizzare dalla paura. Conserverò sempre il ricordo di quei giorni – ha detto Bettoni –. Ho imparato molto dal lato umano e professionale, soprattutto dalle capacità che tutto il personale sanitario ha saputo dimostrare. Erano quasi tutte donne, giovani, che si sono confrontate con questa infezione così complessa, rimboccandosi le maniche, dando risposte alle famiglie. Mi ha molto colpito anche l’ospitalità di Fidenza. Ringrazio il sindaco e l’amministrazione che sono riusciti a rendermi meno faticoso il soggiorno. Spero di ritornare a Fidenza, di poter godere delle bellezze della città e di poter rivedere i giovani colleghi con cui ho lavorato che sono la speranza del futuro”

Il "grazie" del sindaco di Fidenza

“Ci voleva coraggio per aderire a quella chiamata, come Monica sono stati tantissimi i medici e gli infermieri che hanno risposto all’appello, a dimostrazione che prendersi carico della salute e della vita delle persone è una scelta che nasce nel cuore, prima che dal dovere professionale – ha detto il sindaco di Fidenza Andrea Massari –. Ho sentito Monica per farle i complimenti a nome di tutta la Città di Fidenza, l’ho trovata sorpresa ed emozionata, come è giusto che sia in queste occasioni. E sono davvero onorato di quanto Monica e non da oggi ha sempre detto dell’Ospedale di Vaio e del team di professionisti che lì lavorano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuove regole allo studio per Natale e Capodanno: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Nuovi assetti bancari in provincia:18 filiali Ubi passano a Bper. Tra queste anche la sede storica di Banca Etruria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento