menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Il futuro della mobilità”: l'incontro promosso dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia

L'evento si è concluso con alcune considerazioni sulla necessità di un nuovo approccio nella definizione delle strategie di sviluppo rispetto a quello attualmente adottato

L’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia (Unuci), sezione Arezzo, ha promosso in data 20 novembre 2020 un’opportunità di incontro mediante videoconferenza sul tema “Il futuro della Mobilità” – motorizzazioni elettriche e ibride: verso una riduzione dell’impatto ambientale dei futuri sistemi di propulsione. L’esempio delle motorizzazioni sviluppate in Formula 1.

Dopo i saluti istituzionali da parte d Abramo Guerra, presidente della sezione Unuci di Arezzo, e Calogero Cirneco, delegato regionale Unuci Toscana, Luca Marmorini, esperto di motori, già dirigente reparto motori in Ferrari e Toyota, docente universitario presso la scuola di ingegneria dell’università di Pisa, ha intrattenuto circa 75 partecipanti, tra soci aretini, toscani e simpatizzanti interessati all’argomento. Marmorini ha illustrato vari esempi di applicazioni avanzate di propulsione nel settore del motorsport e la loro rilevanza verso motorizzazioni che presentino un miglioramento in termine di efficienza e di emissioni inquinanti. La relazione si è incentrata su un’analisi tecnica del futuro della mobilità evidenziando come l’impatto ambientale debba essere valutato nella sua completezza includendo non solo le emissioni relative all’utilizzo degli autoveicoli ma anche quelle relative alla produzione dei vari combustibili e la fase di costruzioni degli autoveicoli stessi. L’intervento si è concluso con alcune considerazioni sulla necessità di un nuovo approccio nella definizione delle strategie di sviluppo rispetto a quello attualmente adottato.

“Quella di venerdì sera - conclude Abramo Guerra - seppure sia stata una conferenza tecnica, incentrata sui vari parametri con i quali dovranno confrontarsi le scelte future nei vari settori della mobilità, rigorosamente ecosostenibili, è stata molto seguita; al termine della Relazione è seguito un interessante e piacevole dibattito tra gli intervenuti che si è protratto oltre il termine stimato di durata massima della videoconferenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento