Attualità

"Mobbing burocratico? No, orari comunicati con cartelloni e sul web"

In risposta al cittadino che ha raccontato con una lettera ad Arezzo Notizie la sua esperienza negli uffici del Pra di Arezzo, parlando di "mobbing burocratico", riceviamo e pubblichiamo la risposta del responsabile del Pra che spiega: "la...

burocrazia

In risposta al cittadino che ha raccontato con una lettera ad Arezzo Notizie la sua esperienza negli uffici del Pra di Arezzo, parlando di "mobbing burocratico", riceviamo e pubblichiamo la risposta del responsabile del Pra che spiega: "la tipologia di pratica richiesta può essere espletata solo con prenotazione da regolafile entro le 11,30.

Tale limitazione, vigente da anni, è divulgata da ampia cartellonistica, da comunicati stampa inviati anche a voi e pubblicata sul nostro sito web". Ecco il testo dell'intervento:

Spettabile redazione,

Ho letto con dispiacere e sorpresa l'articolo sul presunto "mobbing burocratico" subito da un cittadino al P.R.A. di Arezzo.

In qualità di responsabile dell'ufficio confermo che la tipologia di pratica richiesta può essere espletata solo con prenotazione da regolafile entro le 11,30.

Tale limitazione, vigente da anni, è divulgata da ampia cartellonistica, da comunicati stampa inviati anche a voi e pubblicata sul nostro sito web (https://www.up.aci.it/arezzo/spip.php?page=orari ). Forse bastava informarsi.

Questa scelta organizzativa non è un vezzo, ma è dettata dai carichi di lavoro oggettivi (senza facili ironie), e per garantire il nostro servizio pubblico ai cittadini che si rivolgono sia agli sportelli P.R.A. entro le 11,30, sia a tutti gli altri (compreso il cittadino in questione) che si rivolgono agli intermediari. Al momento della richiesta fatta 25 minuti prima della chiusura, in attesa c'erano già due cittadini con la medesima richiesta, che purtroppo non può essere definita in otto minuti, dato che il servizio pubblico non può differire le lavorazioni come la delegazione adiacente (soggetto privato), ma in almeno 40. Devo anche ricordare che se, talvolta agli occhi del destinatario, una risposta, come quella data al nostro concittadino che ha deciso di rivolgersi al giornale, appare dura e poco comprensibile, trattare tutti i cittadini ugualmente di fronte alla legge e ai regolamenti è un obbligo di correttezza ed imparzialità.

Tutto ciò premesso il P.R.A. di Arezzo, come tutti i P.R.A. d'Italia, è sottoposto annualmente ad indagine di customer satisfaction da parte di società esterna, e si colloca sempre ai vertici nazionali per efficienza, professionalità e... cortesia!

Per questo rimango sorpreso dall'atteggiamento descritto dal cittadino.

Sarebbe utile riflettere, prima di divulgare tali notizie, sulla loro fondatezza.

Dott. Claudio Bigiarini

Responsabile del P.r.a. di Arezzo

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mobbing burocratico? No, orari comunicati con cartelloni e sul web"

ArezzoNotizie è in caricamento