menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
disabile1

disabile1

Mezzo milione di euro per l’inserimento nel mondo del lavoro di soggetti con disabilità

Destinato alla zona socio-sanitaria aretina quasi mezzo milione di euro per l’inserimento di disabili nel mondo del lavoro. Infatti, a seguito del bando denominato “Fondo sociale Europeo, Programma operativo Regionale 2014-2020 Asse B- inclusione...

Destinato alla zona socio-sanitaria aretina quasi mezzo milione di euro per l'inserimento di disabili nel mondo del lavoro. Infatti, a seguito del bando denominato "Fondo sociale Europeo, Programma operativo Regionale 2014-2020 Asse B- inclusione sociale e lotta alla povertà, servizi di accompagnamento al lavoro per persone disabili e soggetti vulnerabili", promosso dalla Regione Toscana, il Comune di Arezzo, su delega della Conferenza dei sindaci della zona aretina, ha predisposto una manifestazione di interesse rivolta a soggetti che operano nel territorio sulle tematiche individuate, per costituire un tavolo di lavoro finalizzato alla co-progettazione.

Il tavolo di lavoro, composto da oltre 26 soggetti del privato sociale e da rappresentanti dei Comuni coinvolti e della Azienda Usl Sud Est, ha condiviso i contenuti, la metodologia e ha individuato il Consorzio Coob come capofila per la presentazione del progetto alla Regione. Il progetto, sull'inserimento nel mondo del lavoro di soggetti con disabilità, quindi, è stato presentato con il partenariato di tutti i Comuni della zona aretina e della Azienda Usl sud est ed ha ottenuto un riconoscimento economico pari a quasi mezzo milione di euro.

"Si è registrata una grande alleanza tra Comuni e soggetti coinvolti - ha commentato l'assessore alle politiche sociali Lucia Tanti. E c'è stata la dimostrazione di una significativa capacità professionale degli uffici comunali e dei soggetti che hanno partecipato alla stesura del progetto. E' radicalmente cambiata la filosofia: passa il principio che sono i Comuni a mettersi in gioco insieme a tutti i soggetti del territorio, puntando su risorse destinate all'inserimento al lavoro e uscendo dalla logica puramente assistenzialista. Vince il modello di una zona socio - sanitaria forte, dove il Comune di Arezzo insieme a tutte le altre amministrazioni e alla Asl mette al centro il tema del lavoro per le persone con disabilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento