Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Mercato in Famiglia, un progetto che mira a sostenere la comunità locale

Il Mercato in Famiglia è promosso dall’associazione De Natura Rerum come progetto di solidarietà. La forma moderna e organizzata di solidarietà, che chiamiamo welfare state, non solo non può essere sufficiente ad assicurare il sentimento di...

Il Mercato in Famiglia è promosso dall'associazione De Natura Rerum come progetto di solidarietà. La forma moderna e organizzata di solidarietà, che chiamiamo welfare state, non solo non può essere sufficiente ad assicurare il sentimento di comunità e il buon funzionamento della comunità stessa (e sempre meno lo potrà fare con l'attuale organizzazione economica), ma necessita in misura sempre maggiore di interventi, promossi dal basso, che permettano l'incontro, il riconoscimento reciproco, lo scambio e il conseguente rispetto delle rispettive differenze. Inoltre si riscontra che le comunità locali hanno sempre più bisogno di nuove strade per offrire lavoro alle persone. "La solidarietà vive sia delle espressioni di dono reciproco, sia delle più comuni espressioni di scambio di prestazioni o cose, rispettando le obbligazioni sociali esistenti" (Zani, 2003). Non è perciò qualcosa di innato, ma un atteggiamento che va nutrito con l'educazione e la partecipazione, un valore profondo necessario per una rifondazione della società che abbia come obbiettivo essenziale la giustizia sociale (Amerio, 2000).

Su questa base concettuale nasce l'idea del Mercato in Famiglia, un progetto che mira a sostenere la comunità locale a partire dalla famiglia. L'obbiettivo centrale è infatti quello di dare alle famiglie la possibilità di disporre di uno spazio organizzato, all'interno della città di Arezzo, per vendere liberamente degli oggetti di propria appartenenza, ad esempio recuperati dalle cantine o nelle abitazioni, oggetti in disuso per svariati motivi. Un'altra possibile forma di scambio prevista all'interno del Mercato in Famiglia è il baratto inteso come possibilità di scambio di beni o servizi tra due soggetti senza uso di denaro.

Il Mercato in Famiglia è concepito sostanzialmente per essere anche un luogo di incontro e in quest'ottica sarà organizzato in maniera tale che gli spazi assegnati siano disposti circolarmente e rivolti verso uno spazio centrale dove potranno aver luogo eventi collaterali come ad esempio presentazioni, concerti o manifestazioni teatrali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato in Famiglia, un progetto che mira a sostenere la comunità locale

ArezzoNotizie è in caricamento