Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Dopo l'incontro con la Tanti arriva l'assemblea pubblica dei genitori: "La nostra priorità sono le mense interne"

L'invito al dialogo è stato raccolto e così ieri pomeriggio si è tenuto l'incontro tra una delle mamme attive sul fronte della protesta e l'assessore Lucia Tanti. E' stata proprio l'amministratrice a cercarla dopo alcune dichiarazioni pubbliche. Al centro la questione del centro unico di cottura per servire tutte le mense scolastiche del Comune di Arezzo, un progetto che non piace a molte famiglie che si sono ritrovate in riunione e si sono messe in contatto anche tramite la pagina Facebook "Salviamo le mense scolastiche di Arezzo" nata per la scuola di Matrignano e adesso riconvertita a questa nuova battaglia.

"Il nostro obiettivo è quello di preservare e se possibile rafforzare la presenza di mense interne alle scuole aretine - ha spiegato mamma Silvia - così come le strategie sia all’estero che in Italia stanno di nuovo perseguendo, varando già un’inversione di tendenza rispetto alle scelte dei primi anni 2000 di creare punti unici di cottura per tutta la città. A noi le motivazioni appaiono chiare e logiche: la presenza della cuoca interna è la massima garanzia possibile di qualità, riduzione degli sprechi, minimo rischio contaminazioni, corretta conservazione del pasto oltre che possibilità di mettere in pratica anche l’educazione alimentare  attraverso la mensa stessa. Sappiamo bene che non sarà possibile in termini economici e di spazi ripristinare le mense in ogni singola scuola, ma crediamo che le attuali 12 presenti possano diventare le cucine di prossimità dei rispettivi quartieri dove si trovano."

Tra le questioni aperte ci sono anche le cucine chiuse recentemente come quella della materna di Fonterosa e della scuola elementare di San Giuliano, anche qui ci sarà da capire se un piccolo intervento potrà permetterne la riapertura oppure no.

Opinioni che non sono cambiate nonostante il cordiale colloquio che si è tenuto ieri con l'assessore Tanti che ha annunciato lo stop al bando per il centro unico di cottura fino a che non avrà terminato questa fase di confronto con i genitori e vagliato tutte le soluzioni possibili. 

"In estrema sintesi l’assessore ha dichiarato che farà verificare la fattibilità della nostra proposta all’ufficio tecnico - ha aggiunto Silvia - Nel contempo ci ha garantito che sospende il bando e tutto ciò ad esso connesso. Allo stesso tempo però abbiamo ribadito che la nostra attenzione sulla questione non cambierà."

Pronta infatti anche la prima assemblea pubblica che si terrà sabato mattina 1 dicembre alle 10:30 al circolo di Staggiano alla quale sono state invitate a partecipare tutte le famiglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'incontro con la Tanti arriva l'assemblea pubblica dei genitori: "La nostra priorità sono le mense interne"

ArezzoNotizie è in caricamento