Lectio sulla meditazione: Pier Franco Marcenaro ad Arezzo

Autore di numerose pubblicazioni sull’argomento tradotte in 13 lingue ed edite in centinaia di migliaia di copie, la scuola di meditazione da lui diretta

Pier Franco Marcenaro con il tenore Andrea Bocelli.

GLI ARETINI ACCOLGONO CON ENTUSIAMO LA MEDITAZIONE AL CENTRO CONGRESSI STANDING OVATION PER LE DUE CONFERENZE DI PIER FRANCO MARCENARO

Come conoscere noi stessi e creare armonia dentro e attorno a noi, ritrovando le energie perdute in una vita quotidiana sempre più complessa e frenetica; come vivere in modo pacifico e costruttivo in una società ormai multietnica, multiculturale e multireligiosa.

Sono stati questi alcuni dei temi d’attualità affrontati da Pier Franco Marcenaro nel corso delle due conferenze tenute all'Arezzo Fiere e Congressi, col patrocinio della Regione Toscana.

Una lectio dedicata all’antica disciplina della meditazione, che ha mostrato di essere oggi più che mai attuale, in quanto praticabile da chiunque senza limitazione di età, sesso, stato sociale o tradizione religiosa di appartenenza.

"La meditazione - ha affermato Marcenaro - migliora l’essere umano spiritualmente, mentalmente e fisicamente, rendendolo capace di affrontare in modo positivo i complessi e molteplici problemi posti di fronte a lui dalla società contemporanea".

Autore di numerose pubblicazioni sull’argomento tradotte in 13 lingue ed edite in centinaia di migliaia di copie, la scuola di meditazione da lui diretta è presente in oltre 60 città italiane e in 22 paesi stranieri, ciò che fa di lui una delle massime guide in questo campo.

Già direttore finanziario di uno dei più prestigiosi brand internazionali, che ha creato prosperità portando nel mondo i pregi del made in Italy. Pier Franco Marcenaro si è dedicato nello stesso tempo al volontariato fondando il centro dell’Uomo, una Onlus impegnata nella pace mondiale, nel rispetto e valorizzazione dell’ambiente e in progetti umanitari realizzati sia in Italia che all’estero: tra gli altri, la collaborazione coi giovani dell’Istituto di Agazzi ad Arezzo, l’ospedale “100 bambini di Djourbel” per l’infanzia abbandonata del Senegal e “Pozzi e villaggi nel Sinai” in favore di popoli in via di sviluppo sul loro stesso territorio, contro la piaga dell’emigrazione.

Eletto nel 1999 presidente del Centro Interreligioso Mondiale, ha diretto tre edizioni della “Conferenza Mondiale per la Pace e il Welfare” patrocinate dalla Commissione Europea e dall’ONU, e ha presieduto la Giuria del Premio triennale “Arte, Scienza e Pace”, che annovera fra i vincitori Fernanda Pivano (2002), Franco Zeffirelli (2005), Umberto Veronesi (2012), Andrea Bocelli (2015), Roberto Benigni (2018).

Pier Franco Marcenaro ha presentato con successo il suo messaggio in prestigiose Università, sia in Italia che all’estero e, avendo la disciplina da lui insegnata una base scientifica, è stato chiamato a trattare il rapporto tra scienza e meditazione dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Seguendo le istruzioni di un maestro capace, ha detto Marcenaro, l’essere umano può attingere al serbatoio inesauribile della conoscenza, dell’armonia e della gioia che si trovano dentro di lui. Si tratta della conoscenza di sé stessi raccomandata da tutti i massimi filosofi e Maestri dello spirito: un’esperienza pratica che è stata all’origine delle maggiori religioni e filosofie che hanno resistito alla prova del tempo. Non una fuga dal mondo, quindi, ma un’ascesa interiore vissuta in modo felicemente costruttivo all’interno di esso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Schianto lungo la regionale 71: strada temporaneamente chiusa. Due feriti

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento