Maxi area pedonale, ecco come cambierà Arezzo nel fine settimana: la mappa delle strade chiuse

Domani sera e sabato 30 maggio, dalle ore 19 fino all'una di notte, il centro storico cambierà volto: niente auto, tanti tavoli e spazio per passeggiare a distanza di sicurezza

E' tutto pronto per la maxi isola pedonale. Domani sera e sabato 30 maggio, dalle ore 19 fino all'una di notte, il centro storico cambierà volto: niente auto, tanti tavoli e spazio per passeggiare a distanza di sicurezza. In quella fascia oraria sono infatti istituiti il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione dei veicoli, compresi quelli muniti di speciali autorizzazioni in deroga. La mappa parla chiaro: saranno riservate ai pedoni le strade e le piazze comprese nella Ztl di tipo “B”, in via Roma, in via Crispi nel tratto compreso tra corso Italia e via Margaritone; in via Guido Monaco nel tratto compreso tra il varco di accesso alla ztl e piazza San Francesco. E ovviamente anche piazza San Francesco; in via Cavour nel tratto compreso tra piazza San Francesco e via Isidoro del Lungo saranno off limits per le vetture,

In queste strade cittadine i ristoratori potranno chiedere di posizionare i tavoli per strada, senza dover pagare la Cosap (bloccata fino a fine anno). Un modo per affrontare la crisi economica che porterà Arezzo a somigliare ad una città francese, ha affermato l'assessore Marcello Comanducci.

Come cambia la circolazione

La circolazione nelle strade circostanti subirà delle modifiche: "i veicoli che percorrono piazza Guido Monaco - spiega il Comune in una nota - , giunti all'altezza dell'intersezione con via Roma, hanno l'obbligo di proseguire la marcia a diritto;  nel tratto di via Guido Monaco compreso tra via Garibaldi ed il varco ztl antistante il piazza delle Poste Centrali, è consentito il transito esclusivamente a veicoli al servizio di persone diversamente abili, taxi, veicoli in uscita dalle aree di sosta ivi ubicate;  è istituito il divieto di accesso dei veicoli da piazza Guido Monaco a via Garibaldi ad eccezione degli utenti diretti al parcheggio di piazza del Popolo e di quelli elencati al punto precedente. 

Per agevolare l'accesso ai residenti nella zona a monte di via Cavour, sono invertiti i sensi di marcia di piazzetta de' Bacci e del tratto di via della Fioraia compreso tra piazza della Fioraia e via Carducci;  in via Saffi, strada senza uscita, è consentito l'accesso ai fruitori degli accessi laterali da piazza della Fioraia ed è istituito il senso unico alternato di circolazione veicolare disciplinato con segnaletica a vista, con diritto di precedenza per i veicoli in direzione di marcia via Cavour piazza della Fioraia; è sospesa la disciplina di ztl di tipo “B” nelle strade raggiungibili dal varco videocontrollato di via della Fioraia; via de' Pecori e via Carducci diventano strade senza uscita, disciplinate a doppio senso di circolazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti fra comuni, scuole, circoli ed estetiste. Cosa si può fare nella Toscana arancione

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento