Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

La regina Elisabetta II conferisce il cavalierato all'imprenditore aretino Maurizio Bragagni

L'amministratore delegato di Tratos UK è il primo italiano a ricevere un’onorificenza dopo la Brexit 

Da sinistra: In primo piano Maurizio Bragagni e l'ex premier britannico Theresa May durante un evento pubblico (ph. Facebook)

Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico. È questo il titolo che sua maestà, la regina Elisabetta II di Inghilterra, ha conferito all'imprenditore pievano Maurizio Bragagni. L'onorificenza di Obe (Officer of the British Empire) all'amministratore delegato di Tratos United Kingdom, multinazionale fondata a Pieve Santo Stefano e poi divenuta punto di riferimento per la produzione dei cavi ad alta tecnologia anche oltre i confini nazionali, è arrivata proprio in questi giorni. Bragagni è il primo italiano a ricevere un’onorificenza britannica da quando è scattata la Brexit.

Secondo quanto si evince, la regina Elisabetta II ha voluto conferire il titolo a Bragagni per i "servizi da lui resi nel business e per il suo volontariato al servizio della politica", come si legge nella motivazione diffusa da Buckingham Palace.  

Un riconoscimento prestigioso che si aggiunge ad altri titoli a lui conferiti quali quello di cavaliere dell'ordine al merito della Repubblica italiana e console onorario di San Marino nel Regno Unito. Fondatore della sezione italiana del Partito conservatore britannico, il "British Italian conservative", è considerato molto vicino all'attuale primo ministro Boris Johnson ed alla ex premier Theresa May.

Un legame, quello tra Tratos, Corona e governo britannico, particolarmente consolidato visto che nel 2019 sempre la regina Elisabetta aveva concesso all'azienda il "Queen's Award for Innovation". Il riconoscimento, per l'innovazione tecnologica, prima della Tratos, non era mai stato conferito a nessun'altra azienda italiana. Bragagni, che è "Freeman" della City di Londra, è tra l'altro anche docente della Bayes Business School (ex Cass), la prestigiosa istituzione accademica che ha sede nel cuore del distretto finanziario londinese ed è anche presiede la fondazione Esharelife, impresa sociale che l'anno scorso ha raccolto consistenti fondi a sostegno del progetto in Kenya della Fondazione Avsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La regina Elisabetta II conferisce il cavalierato all'imprenditore aretino Maurizio Bragagni

ArezzoNotizie è in caricamento