rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

"Nemmeno un euro per l'Hospice di Arezzo. E un silenzio indecente della politica". L'amarezza di Maurizi

Duro attacco dell'ex responsabile delle cure palliative del San Donato: "Nel programma triennale della Asl non c'è nessun progetto. Agli aretini dico di mettersi l'anima in pace oppure di arrabbiarsi di brutto"

Pierdomenico Maurizi continua a combattere la sua battaglia a favore dell'Hospice di Arezzo, portata avanti in passato anche con una petizione online indirizzata al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. L'Hospice ha subìto varie vicissitudini, dallo spostamento di sede alla diminuzione dei servizi collegati, fino alla riduzione dei letti. Al fianco dell'ex responsabile delle cure palliative del San Donato, in questi mesi, si sono schierati cittadini e rappresentanti di vari partiti, anche se oggi Maurizi, tornato ad affrontare la questione, ha attaccato la Asl e anche la politica cittadina.

"Come ricorderete la ASL Toscana Sudest da maggio ad oggi ha ripetutamente sostenuto che Arezzo avrebbe avuto presto il nuovo Hospice, che avrebbe confezionato un progetto ad hoc, che avrebbe trovato il finanziamento... con toni trionfalistici e, a volte, sorpresi perchè qualcuno osava dubitare della veridicità di tutti quei bla bla. La politica (la p minuscola non è una svista) aretina si è abbeverata a tanto sfacciato parlare.

I nodi vengono prima o poi al pettine. La ASL non solo ha parlato, ma ha anche agito. Infatti, in data 05/01/22, con delibera del Direttore Generale n. 0000020, è stato reso noto il "programma triennale 2022-2023-2024 dei lavori pubblici: adozione". Indovinate quanti euro sono previsti per il nuovo Hospice di Arezzo? Non vi sforzate: neanche uno! Quindi se qualcuno avesse ancora dei dubbi sulla non volontà di restituire l'Hospice agli aretini, si metta pure l'animo in pace oppure - più appropriato - si arrabbi di brutto.

E' fin troppo ovvio che ora qualcuno dirà che il finanziamento per l'Hospice arriverà dal PNRR. Per accedere a tali finanziamenti, occorre presentare un progetto dettagliato e puntuale, che al momento, non sembra esistere e quindi... La delibera di cui sopra l'ho personalmente inviata a TUTTI i politici aretini che ho in rubrica e sono tanti, credetemi. Le loro risposte? Un silenzio davvero indecente. Sia ben chiaro che non pretendevo che rispondessero a me, ci mancherebbe, ma mi aspettavo qualche presa di posizione ufficiale e invece zero assoluto, coerentemente con gli zero euro per l'Hospice.

Che dire ancora? Spero che il Direttore Generale non venga riconfermato e avverto TUTTI i politici aretini che al momento giusto ci ricorderemo del loro comportamento. Alla prossima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nemmeno un euro per l'Hospice di Arezzo. E un silenzio indecente della politica". L'amarezza di Maurizi

ArezzoNotizie è in caricamento