menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mattesini: "Riconoscere Mcs e favorire le cure dei malati"

“Riconoscere la sindrome da sensibilità chimica multipla (MCS) come malattia sociale inserendola nei Lea così da favorire l’accesso alle cure all’interno del Servizio sanitario nazionale e sostenendo il normale inserimento nella vita sociale dei...

"Riconoscere la sindrome da sensibilità chimica multipla (MCS) come malattia sociale inserendola nei Lea così da favorire l'accesso alle cure all'interno del Servizio sanitario nazionale e sostenendo il normale inserimento nella vita sociale dei soggetti affetti da questa malattia" è questo l'obiettivo dell'interrogazione parlamentare al Ministro della Sanità presentata dalla senatrice democratica Donella Mattesini.

"La Sindrome da sensibilità chimica multipla - spiega Mattesini - è un disturbo cronico, reattivo all'esposizione a sostanze chimiche, a livelli inferiori rispetto a quelli generalmente tollerati da altri individui, che presenta vari livelli di gravità, alcuni soggetti ne soffrono al punto di dover bonificare e decontaminare il proprio ambiente di vita e di dover ridurre la loro vita sociale e le loro relazioni".

"Nonostante i suoi effetti e l'aumento del numero delle persone che ne soffrono, in Italia il Servizio Sanitario Nazionale ancora non riconosce la MCS. Alcuni malati gravi hanno ottenuto l'invalidità civile al 100 per cento per la MCS. Purtroppo altri stentano a ottenere qualsiasi assistenza medica o sono costretti a rivolgersi all'estero per costose cure. Con questa interrogazione chiediamo al Ministero - conclude Mattesini - il riconoscimento di questa malattia e interventi che mirano ad ottenere una sua diagnosi precoce, favorendo le cure anche attraverso la formazione del personale sanitario."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento