Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Mario Cassi: il baritono aretino conosciuto in tutto il mondo porta la grande lirica all'Anfiteatro

Serata in programma il prossimo 29 agosto, oltre a Cassi ci saranno nomi di caratura internazionale. Ingresso gratuito per i giovani under 26

Mario Cassi è pronto a tornare ad Arezzo. Il prossimo 29 agosto il baritono aretino sarà il protagonista insieme ad alcuni amici di caratura internazionale all'anfiteatro romano per una serata dedicata all'opera. 

"Sono tornato dal vivo proprio l'anno scorso ad Arezzo e tornare nella mia città è sempre particolare. Sono orgoglioso di poter portare una serata di grande musica con miei amici artisti di caratura internazionale che si esibiranno all'anfiteatro romano, questo da aretino mi da una grande emozione".

Proprio riguardo il pubblico, quale è il ruolo all'interno di un'opera rispetto ad un concerto di altri generi musicali?

"Gli spettatori all'interno di un'opera sono veramente protagonisti. Un concerto lirico non si fa per il pubblico, ma con il pubblico ed è fondamentale come differenza. La presenza delle persone è fondamentale perchè in base alle reazioni del pubblico che noi regiamo a sua volta e comunichiamo in maniera differente. Un concerto è sempre diverso da quello precedente, ma non solo perchè cambia il cast, ma perchè c'è un pubblico ogni volta nuovo con un'energia differente".

I giovani e l'opera lirica, che rapporto hanno?

"Io canto in giro per il mondo ormai da quasi venti anni e all'estero un terzo del pubblico è fatto da giovani, in Germania i numeri sono anche più alti. Io non vado a caccia di giovani, riconosco che ci vuole una certa maturità musicale per apprezzare questo genere. L'approccio con l'opera non deve essere da cultori della materia, io faccio sempre il paragone con l'alta cucina. Per andare a mangiare in un ristorante stellato non ci vogliono master di nessun tipo. Per questo motivo sono felice che il Comune abbia appoggiato la mia richiesta di aprirlo gratuitamente ai giovani under 26 che mi auguro accorreranno numerosi. L'opera in sintesi o si ama o si odia".

Quale è il rapporto di Mario Cassi con Arezzo?

"Il rapporto con Arezzo è sempre stato conflittuale, da giovane dovevo andare fuori per una stagiore lirica, in città non c'erano eventi del genere. Non ho avuti spazi particolari e possibilità, anche perchè non è che ci fossero. Ho fatto questa carriera contro tutto e contro tutti, in famiglia era destinato ad un'attività diversa. La mia è stata una carriera molto lenta e in continua crescita. Il rapporto con la città nasce grazie alle donne del Garden Club, su tutte Gabriella Belloni, che mi hanno seguito in giro per l'Italia ed è stato molto gratificante".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mario Cassi: il baritono aretino conosciuto in tutto il mondo porta la grande lirica all'Anfiteatro

ArezzoNotizie è in caricamento