Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuole, mezzo milione di euro per un'estate di lavori. Campanella con più sicurezza e comfort

Si va dalle scuole del centro a quelle delle frazioni, dai lavori di manutenzione e ristrutturazione alla rimozione dell’amianto e dunque a garanzia di condizioni di maggiore sicurezza per i ragazzi

 

Mezzo milione di euro per le scuole aretine. Sono i soldi investiti dal Comune di Arezzo in questi mesi estivi per interventi di manutenzione in alcuni plessi delle città e delle frazioni. Lavori necessari per rendere più confortevoli e in alcuni casi più sicure le strutture che ospitano per l'intero anno scolastico i bimbi aretini 

"Un elenco ambizioso - ha affermato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini illustrando gli interventi - che porteremo a compimento grazie agli uffici che vi hanno lavorato alacremente, come peraltro fatto in tutti gli anni di questo mandato. Si va dalle scuole del centro a quelle delle frazioni, dai lavori di manutenzione e ristrutturazione alla rimozione dell’amianto e dunque a garanzia di condizioni di maggiore sicurezza per i ragazzi”.

Alla scuola dell’infanzia Acropoli, sono già state eseguite le demolizioni della pavimentazione e  del rivestimento in legno delle pareti e del soffitto. Sarà poi ripristinato l’intonaco deteriorato nelle aule e nelle zone gioco e pranzo (40.000 euro). Alla scuola primaria di Rigutino sarà rifatto l’intonaco su tutte le facciate (85.000 euro) mentre a quella di San Giuliano verranno demoliti tutti i bagni e gli impianti esistenti nell’ala più datata, i pavimenti e gli impianti esistenti in cucina, la vecchia rampa situata tra le aule della scuola primaria. Di contro, saranno costruiti nuovi tramezzi, nuovi bagni e predisposti i nuovi impianti, dai bagni alla cucina. Il tutto, funzionale anche all’ospitalità della nuova scuola materna che ingloba le due sezioni di Battifolle e che si aggiunge alla primaria (85.000 euro).

Tornando in città, al nido Cesti nuovi infissi entro il mese di agosto (51.000 euro), idem al nido Il Matto entro la prima settimana di settembre (16.000 euro), alla scuola media IV Novembre sono già state rifatte pavimentazione e scala di accesso alla scuola e tamponati alcuni locali seminterrati (50.000 euro). Alla scuola dell’infanzia Fonterosa sono in programma la demolizione dei pavimenti, dei rivestimenti e degli impianti esistenti nella cucina, la predisposizione dei nuovi impianti e di un nuovo bagno a servizio del personale che vi lavora, la costruzione di nuovi tramezzi per un ulteriore nuovo bagno (34.000 euro), alle elementari di Pescaiola e all’istituto Vasari, a completamento di quanto fatto anno scorso quando sono stati sostituiti gli infissi, arriva il nuovo impianto di riscaldamento (65.000), alla scuola dell’infanzia Il Cucciolo è tutto pronto per lo smaltimento dell’eternit da parte della ditta esecutrice. La stessa si occuperà di predisporre anche la nuova copertura. Opere entro agosto (130.000 euro). Ma nel frattempo l’eternit presente è già stato adeguatamente incapsulato.

“L’impegno dei tecnici comunali – ha aggiunto il sindaco Alessandro Ghinelli – assume in questo caso una valenza particolare perché i lavori devono essere concentrati nei 3 mesi estivi, per non interferire con l’attività didattica. A settembre, gli alunni troveranno spazi più belli, sicuri e confortevoli. In questi anni abbiamo inoltre mappato tutti gli edifici che ospitano plessi scolastici, abbiamo concluso le verifiche strutturali, siamo dunque pronti per la fase due, di cui parleremo in un secondo momento, ovvero le opere di ristrutturazione, ove necessarie, per l’adeguamento sismico degli immobili”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento