In ginocchio contro il razzismo. Studenti aretini in piazza nel nome di George Floyd

Iniziativa della Federazione degli studenti venerdì 12 giugno. Le adesioni dell'associazionismo e della politica locale

L'immagine di una delle manifestazioni di protesta che si sono svolte nei giorni passati

In ginocchio. In piazza Grande. Per dire ancora una volta no al razzismo e ad ogni forma di discriminazione. La Federazione degli studenti di Arezzo ha promosso un'iniziativa in piazza Grande per le ore 17 di  venerdì 12 giugno. I can't breathe. Una manifestazione in ricordo di George Floyd, il cittadino afroamericano di 46 anni fermato ed ucciso dalla polizia di Minneapolis.

"Un omicidio - hanno sottolineato gli studenti aretini - che ha scatenato proteste non solo negli Stati Uniti e che ha reso evidente che il tema della discriminazione, in questo caso razziale, è ancora all'ordine del giorno".

Gli studenti si ritroveranno alle ore 17 in Piazza Grande. Ci sarà un momento di raccoglimento nel quale tutti si metteranno in ginocchio e un momento di riflessione: pochi minuti per chiunque vorrà esprimere il suo pensiero. Alla federazione degli studenti hanno dato la loro adesione Fridays for future Arezzo, Arci, Chimera Arcobaleno Arcigay, Cgil, Anpi, Oxfam Italia, Amnesty Arezzo, Centro onda d'urto, Arezzo che spacca, associazione culturale Bangladesh, Arca etrusca. Adesioni anche da parte del mondo politico aretino: Pd, Arezzo in Comune, Arezzo 2020, Giovani Democratici, Arezzo ci sta, Italia in Comune, Patto Civico per Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento