Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità Passo dei Mandrioli

Mandrioli sotto la prima neve. Strada per l'Aretino in tilt: camion intraversato e pullman di studenti in ritardo

Il sindaco di Bagno di Romagna Baccini: "Al via operazioni di sgombero neve e progetto di lezioni a distanza"

Foto d'archivio

"Le nevicate che stanno interessando per ora i tratti più alti dei percorsi alternativi alla E45 stanno creando già alcuni problemi". E' il primo cittadino di Bagno di Romagna, Marco Baccini, a raccontare cosa sta accadendo nelle strade che i suoi concittadini percorrono quotidianamente per arrivare in Toscana. Studenti che frequentano gli istituti superiori di Sansepolcro, adulti che lavorano a Pieve Santo Stefano, Sansepolcro o nella vicinissima Umbria. 

Da un paio di giorni sono iniziate le prime nevicate. Non abbondanti, ma quanto basta per far andare in tilt la circolazione sui Mandrioli. 

"I pulmann scolastici - spiega Baccini sulla pagina Facebook del Comune - registrano ritardi nelle linee e questa mattina un camion si è intraversato sui Mandrioli, di fatto impedendo il transito ai mezzi ingombranti.

Al fine di evitare ulteriori disagi, una nostra pattuglia della Polizia Municipale rafforzerà il presidio di ingresso ai Mandrioli per evitare l'accesso ai mezzi non attrezzati.

Al riguardo, prevedendo i rischi del caso, nella giornata di venerdì avevo anticipato alla Provincia ed agli Enti competenti la necessità di rafforzare i presidi ed i mezzi ed il personale per le operazioni di sgombero neve.

Questa mattina, alla luce dei disagi che si sono verificati e delle nevicate abbondanti previste per i prossimi giorni, ho anche richiesto alla Questura di potenziare i presidi sulle strade.

In questo momento, stiamo puntualizzando l'organizzazione per le lezioni a distanza, che intendiamo avviare da domani mattina". 

Nel pomeriggio la situazione è sensibilmente peggiorata: le segnalazioni di code e di traffico lungo la strada si sono susseguite. Tanti i post sui social di automobilisti che hanno impiegato moltissimo tempo a percorrere il tratto. 

Mentre sul fronte scuola, l'amministrazione di Bagni di Romagna già da venerdì è al lavoro per evitare che i 200 ragazzi che raggiungono quotidianamente le scuole dell'Aretino perdano preziosi giorni di lezione. 

Venerdì scorso il sindaco ha contattato dirigenti  per cercare di mettere a punto un'organizzazione che consenta di ridurre i disagi.

"Da una parte con il dirigente del Liceo Artistico Giovagnoli e dell' istituto professionale Buitoni, professor Tomoli, dall'altra con la dirigente dell'Istituto comprensivo Fanfani-Camaiti.

Per gli studenti del Liceo Giovagnoli e dell'Istituto Buitoni è confermata l'attivazione dell'alternanza scuola-lavoro per le 3^-4^-5^, così come l'attivazione della scuola a distanza per le 1^-2^, che partirà da martedì prossimo.

Nella giornata di domani e lunedì metteremo a punto tutto il necessario per essere pronti e attivi all'avvio dei corsi a distanza a partire da martedì mattina (domani ndr).

Per gli studenti dell'Istituto Comprensivo Fanfani-Camaiti, invece, la posizione della dirigente è quella di continuare con le lezioni presso gli Istituti in considerazione della necessità delle regolari attività di laboratorio, che non possono essere svolte a distanza e in modo multimediale. Pertanto, la soluzione individuata è quella di un'apertura straordinaria del Convitto di Pieve Santo Stefano anche ai ragazzi che attualmente non ne usufruiscono al costo di 150 euro mensili, con potenziamento dei trasporti, ove necessario. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandrioli sotto la prima neve. Strada per l'Aretino in tilt: camion intraversato e pullman di studenti in ritardo

ArezzoNotizie è in caricamento