Maltempo di ottobre: ecco come chiedere i contributi

Sono arrivate le modalità di richiesta dei contributi da parte di coloro che avessero ricevuto danni a acasua dell'episodio di malptempo dell'ottobre scorso.

Così i comuni si stanno attrezzando e fornendo le informazioni alla cittadinanza. 

Ecco le comunicazioni fin qui arrivate:

Il Comune di San Giovanni Valdarno

Per conto della Regione Toscana e del Commissario delegato, in base alla nota del Capo Dipartimento di Protezione Civile che da indicazioni ai Commissari per la stima delle risorse per l’applicazione delle prime misure di sostegno di cui all’art. 3, comma 3 della OCDPC n. 558 del 15 novembre 2018, mette a disposizione i modelli di domanda di contributo di “immediato sostegno alla popolazione” (mod. B) e per “l'immediata ripresa delle attività economiche e produttive” (mod. C).

La domanda di contributo, sia di privati che di attività economiche e produttive, dovrà essere presentata esclusivamente alla amministrazione comunale dove il bene danneggiato è ubicato.

la domanda di contributo con la documentazione richiesta allegata dovrà essere inviata con le modalità di seguito indicate entro e non oltre il giorno 13/12/2018.

La domanda di contributo con la documentazione richiesta allegata, dovrà essere consegnata a mano al Punto Amico del Comune di San Giovanni Valdarno (via Rosai,1), per mezzo posta elettronica certificata PEC all'indirizzo protocollo@pec.comunesgv.it ; per mezzo raccomandata A/R all'indirizzo Comune di San Giovanni Valdarno- Area 2 tecnica – servizio Reperibilità – via Garibaldi, 43 – 52027 – San Giovanni Valdarno  (AR). In considerazione dei tempi ristretti dettati dalla Regione Toscana per la presentazione della domanda, la stessa dovrà essere anticipata per posta elettronica al seguente indirizzo manutenzioni@comunesgv.it

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile contattare i tecnici del Servizio Reperibilità ai seguenti recapiti: 055/9126236 oppure 055/9126215

Sul sito internet del Comune di San Giovanni Valdarno è reperibile tutta la documentazione www.comunesgv.it

Il Comune di Cavriglia

In base all'ordinanza del Commissario delegato di Protezione civile firmata sulla scorta delle disposizioni nazionali che contemplano il "primo sostegno", le misure prevedono un contributo fino a un massimo di € 5000 per i privati "di immediato sostegno alla popolazione" (per danni subiti e volti al ripristino di: elementi strutturali, finiture interne ed esterne, serramenti, impiantistica e arredi) e fino a un massimo di € 20.000 per le imprese per "l'immediata ripresa delle attività economiche e produttive" (per danni subiti e volti al ripristino di: elementi strutturali, finiture interne ed esterne, serramenti interni ed esterni, impiantistica, arredi dei locali ristoro del personale, noleggio strutture prefabbricate o affitto di locali idonei per la ripresa dell'attività produttiva e ripristino dei macchinari, acquisto di scorte di materie prime, semilavorati o prodotti finiti danneggiati).

Si può presentare domanda di contributo attraverso due moduli, rispettivamente il modulo B (per cittadini privati) e il modulo C (per imprese). Tutti i soggetti che sono interessati a fare richiesta dovranno ritirare l'apposito modulo presso gli Uffici del Comune di Cavriglia, o scaricarlo dal nostro sito internet, e restituirlo compilato (esclusivamente all'Amministrazione Comunale dove il bene danneggiato è ubicato ) entro e non oltre il 13 dicembre 2018.

Entrambi i moduli sono disponibili sul nostro sito a questo link: https://www.comune.cavriglia.ar.it/news/maltempo-di-fine-ottobre-arrivano-i-contributi-di-primo-sostegno-per-privati-e-imprese

Si raccomanda pertanto a tutti i soggetti interessati di recarsi presso l'ufficio tecnico Comunale o telefonare al n° 055-9669729 (geom. Antonio Fabrizi) per ritirare i moduli necessari alla presentazione della domanda di contributo e ricevere tutte le informazioni occorrenti.

Il Comune di Montevarchi

In riferimento ai danni causati dagli eventi meteorologici eccezionali verificatisi nel mese di ottobre, si avvisa che il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha avviato la procedura di ricognizione dei danni subiti da privati e dalle attività produttive al fine di stimare le risorse disponibili per l’applicazione delle prime misure di sostegno.

Il Comune di Montevarchi, per conto della Regione Toscana e del Commissario delegato, si fa quindi carico di rendere disponibile la modulistica e raccogliere le relative domande che dovranno essere inviate a mezzo posta elettronica certificata (PEC comune.montevarchi@postacert.toscana.it ) ovvero con consegna a mano presso i seguenti uffici:

  • Urban Center, Via dei Mille 7 - dal Lunedì al Sabato 8:30-12:30
  • URP di Levane, Via Leona 124 - Mercoledì 8:30-11:30

ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12,00 DI GIOVEDÌ  13 DICEMBRE 2018.

Tutte le informazioni e la relativa modulistica per la richiesta dei contributi possono essere reperite nella sezione BANDI E CONCORSI del sito del Comune di Montevarchi.

Si precisa che la presentazione della domanda da parte dei privati e dei titolari di attività economiche e produttive non precostituisce alcun diritto ad ottenere il contribuito richiesto.

Richiamando quanto espresso nella circolare allegata del Capo Dipartimento, per quanto necessario allo svolgimento della procedura, si ritiene opportuno precisare che:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • le domande dovranno essere debitamente sottoscritte dal richiedente e ai fini dell’effettiva erogazione del contributo i soggetti beneficiari dovranno presentare al Commissario (o ai soggetti attuatori se saranno individuati), le attestazioni di spesa sostenuta;
  • i contributi devono essere finalizzati al recupero della funzionalità della abitazione principale, abituale e continuativa, e non sono accoglibili richieste per fabbricati in tutto o in parte realizzati in maniera difforme dalle vigenti disposizioni urbanistiche e comunque dalla normativa in materia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1823 casi in Toscana. 15 i decessi in 24 ore

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus nell'Aretino: +252 casi oggi. I contagi per comune. Esauriti i posti in Terapia intensiva al San Donato

  • Schianto frontale tra un furgone e un bus di linea: c'è un ferito grave

  • 92 nuovi positivi nell'Aretino, più della metà nel capoluogo. Salgono a 79 i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento