"Malata di sclerosi multipla, negati accompagnamento e parte della fisioterapia", la battaglia di Chiara

Si è rivolta ad una trasmissione Mediaset per esprimere tutta la propria indignazione e per chiedere di essere ascoltata. Quella di Chiara Sgueglia è una storia purtroppo simile a quella di molte persone che hanno bisogno di servizi e che prima di...

sgueglia-chiara

Si è rivolta ad una trasmissione Mediaset per esprimere tutta la propria indignazione e per chiedere di essere ascoltata. Quella di Chiara Sgueglia è una storia purtroppo simile a quella di molte persone che hanno bisogno di servizi e che prima di vedere rispettati i propri diritti si scontrano con un muro di burocrazia.

"Nel 2009 - racconta Chiara nel video - mi è stata diagnosticata la sclerosi multipla - con il tempo la malattia si è aggravata finché nel 2013 ho deciso di rivolgermi all'ufficio legale per chiedere l'aggravamento. Ma in sede della visita, non sono stata affatto visitata: e mi hanno riconosciuto un'invalidità del 67 per cento. A quel punto ho chiesto di fare ricorso, il tribunale ha nominato un medico ma anche lui non mi ha minimamente guardata e mi ha riconosciuto un'invalidità del 75 per cento. Adesso percepisco l'assegno mensile dello stato, ma mi sono state negati accompagnamento e assistenza domiciliare da parte dei familiari".

Indignato anche il conduttore del programma che chiede alla Asl di Arezzo se è effettivamente un risparmio tagliare su questo tipi di costi.

Quello che però non è emerso dai due minuti di riprese, è il fatto che a Chiara sono state assegnate 20 sedute di fisioterapia all'anno:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"L'ultima visita alla quale mi sono sottoposta risale alla settimana scorsa, volevano assegnarmi dieci sedute l'anno come mantenimento. Ho fatto notare che la mia malattia è degenerativa e allora hanno raddoppiato a 20. Ma in realtà avrei bisogno di due sedute a settimana".

E considerando che in un anno ci sono 52 settimane, Chiara dovrà pagare l'80 per cento delle sedute di tasca propria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

  • Comunali 2020: liste, candidati, sezioni e voti: tutte le preferenze espresse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento