Macachi trasferiti, l'amministrazione di Cavriglia: "Fatto grave, siamo contrari. Faremo accertamenti"

17 macachi giapponesi che furono ospiti del Parco Naturale di Cavriglia, sarebbero stati trasferiti dal “Rescue Centre for Exotic Animals” di Almere in Olanda, centro di recupero di animali esotici, allo zoo di Napoli.

"Da Cavriglia all'Olanda e poi di nuovo in Italia, questa la sorte dei 17 machachi giapponesi che erano a Cavriglia", a denunciare la situazione è stata la Leal che ha raccontato come in questi giorni i 17 esemplari salvati due anni fa siano tornati di nuovo in uno zoo. 

Sulla vicenda è intervenuta a ruota l'amministrazione comunale di Cavriglia che con una nota esprime stupore e sconcerto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"i titolari del Centro di Almere dove erano ospitato - si legge in una nota del Comune - , non solo assicurarono alla nostra amministrazione la massima garanzia di benessere e di serenità per i macachi, ma fecero firmare al sindaco di Cavriglia anche un documento, da lui siglato molto volentieri, nel quale si impegnava a non accogliere mai più animali esotici nel Parco Naturale. E’ proprio per questo che abbiamo appreso con enorme stupore la notizia che gli stessi responsabili di una delle riserve naturali più importanti d’Europa per animali esotici, avrebbero trasferito i macachi che furono di Cavriglia allo zoo di Napoli. Nei prossimi giorni approfondiremo la reale veridicità della notizia e andremo fino in fondo a questa vicenda. L’Amministrazione Comunale di Cavriglia ha deciso di collocare tutte e 40 le specie ospiti nel Parco Naturale in riserve naturali proprio per tutelare in primis il benessere degli animali stessi; è dunque totalmente contraria per principio a questa decisione, anche se dal 2016 non è più titolare degli animali. Reputiamo gli zoo superati e ci auguriamo che i macachi vengano immediatamente trasferiti in una riserva naturale in cui vivere liberi in pace ed in serenità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento