Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

"L'urlo della memoria", Cavriglia ricorda gli eccidi nazifascisti insieme ai familiari delle vittime di via Fani

Si alza ancora “L'Urlo della Memoria”. A Cavriglia si avvicinano i giorni delle celebrazioni del 74esimo anniversario degli Eccidi Nazifascisti perpetrati tra il 4 e l’11 luglio 1944 quando 192 uomini vennero uccisi in una serie di terribili...

Foto 30-06-18, 11 49 55

Si alza ancora "L'Urlo della Memoria". A Cavriglia si avvicinano i giorni delle celebrazioni del 74esimo anniversario degli Eccidi Nazifascisti perpetrati tra il 4 e l'11 luglio 1944 quando 192 uomini vennero uccisi in una serie di terribili massacri messi in atto dall'Unità Hermann Goering della Wehrmacht nelle cinque frazioni del Comune di Cavriglia di Castelnuovo dei Sabbioni, Meleto Valdarno, San Martino, Massa Sabbioni e Le Matole.

L'Amministrazione Comunale, ormai da alcuni anni, sta cercando di commemorare le vittime in modo nuovo. Quest'anno il ricordo delle vittime degli Eccidi del luglio del '44 si unirà alle celebrazioni del 70esimo anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione Italiana e del 40esimo anniversario della strage terroristica di Via Fani. Grazie ai maschi civili innocenti che sacrificarono la loro vita, a Cavriglia come altrove, potè rinascere l'Italia democratica i cui valori fondanti hanno trovato massima espressione nella nostra Costituzione. Valori difesi con dedizione e sprezzo del pericolo da Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Francesco Zizzi, Giulio Rivera e Raffaele Iozzino, gli uomini della scorta di Aldo Moro. A Cavriglia, nei giorni più importanti per la nostra comunità, saranno presenti anche i familiari degli agenti trucidati il 16 marzo 1978 e saranno loro, insieme ai familiari della vittime degli Eccidi, a consegnare la Costituzione ai neo diciottenni.

"Il 4 luglio è il giorno più importante dell'anno per la nostra comunità - ha affermato il Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni -, ed è nostro compito trasmettere il significato di quei giorni ai giovani perché saranno loro che un giorno dovranno raccontare. Altrimenti, nel silenzio, aver perso 192 civili innocenti non avrà avuto senso alcuno".

Venendo al programma delle celebrazioni, anche per il 2018 l'Amministrazione Comunale ha promosso un programma di iniziative molto interessante e pieno di novità.

Il calendario delle celebrazioni partirà da Meleto Valdarno nella serata di martedì 3 luglio. Alle 21 nel monumento ai caduti si svolgerà lo spettacolo teatrale scritto e diretto da Girolamo Calcara "Tu devi vedere perchè tu devi ricordare". Si tratta di un dramma popolare con protagonisti cittadini volontari che indosseranno "i panni" di attori per rievocare, attraverso la recitazione, le stragi Nazifasciste del luglio del '44. Lo spettacolo, inserito anche nel cartellone della rassegna "Orientoccidente" sarà ripetuto anche la sera successiva, quella del 4 luglio, alle 21 e 30 nell'Auditorium del Museo Mine.

Mercoledì 4 luglio alle 9 la Santa Messa a Meleto nel monumento ai caduti. Alle 10 e 30 le celebrazioni solenni con Santa Messa officiata dal Vescovo della Diocesi di Fiesole Monsignor Mario Meini nell'Auditorium del Museo Mine di Castelnuovo dei Sabbioni.

Interverranno il Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni, l'Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze Cecilia Del Re, l'Assessore alle Infrastrutture della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, e il presidente della sezione Toscana dell'Universal Peace Federation Aldo D'Onofrio. Saranno presenti alla cerimonia anche i giovani cavrigliesi che hanno partecipato al "Viaggio della Memoria" negli ex campi di sterminio di Germania, Repubblica Ceca e Polonia e i ragazzi del Grest della parrocchia di Castelnuovo e Neri. Adesso che i testimoni oculari di quei drammatici giorni stanno pian piano venendo a mancare, sarà sempre più importante fare in modo che siano i giovani per primi a comprendere cosa significhi il 4 luglio per la nostra comunità.

Nel pomeriggio alle 17 la Santa Messa presso il cimitero di Castelnuovo dei Sabbioni. A seguire, alle 18, in memoria degli agenti della scorta di Aldo Moro, l'area verde posta a Cavriglia capoluogo nei pressi di via Aldo Moro sarà intitolata ai "Caduti di via Fani".

In serata nella terrazza del Museo Mine alle 21 la consegna delle Costituzioni ai neo diciottenni da parte dei familiari dei caduti del 4 luglio 1944 insieme ai familiari delle vittime di Via Fani e la cerimonia di consegna delle Pergamene di Cittadino dell'Anno 2018. In chiusura nell'Auditorium lo spettacolo "Tu devi vedere perché tu devi ricordare".

MARTEDÌ 3 LUGLIO

MELETO VALDARNO

Ore 21:00, Spettacolo Teatrale "Tu devi vedere perché devi ricordare" nel monumento ai caduti

MERCOLEDÌ 4 LUGLIO

MELETO VALDARNO

Ore 9:00, Santa Messa nel monumento ai caduti

CASTELNUOVO DEI SABBIONI

Ore 11:00, Auditorium del Museo Mine

Messa Solenne celebrata dal Vescovo Mario Meini in memoria dei caduti

INTERVENTI

Leonardo Degl'Innocenti o Sanni,

Sindaco di Cavriglia

Cecilia Del Re,

Assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze

Vincenzo Ceccarelli,

Assessore alle infrastrutture della Regione Toscana

Aldo D'Onofrio,

Presidente Universal Peace Federation Toscana

Durante la cerimonia interverranno i giovani cavrigliesi che hanno partecipato al "Viaggio della Memoria" negli ex campi di sterminio di Germania, Repubblica Ceca e Polonia e i ragazzi

del Grest della parrocchia di Castelnuovo e Neri

Ore 17:00, Santa Messa presso il cimitero di

Castelnuovo

CAVRIGLIA

Ore 18:00, Inaugurazione dei giardini "Caduti di Via Fani" nei pressi di Via Aldo Moro

CASTELNUOVO DEI SABBIONI

Ore 20:00, Terrazza del Museo Mine

Apericena sotto le stelle

Ore 21:00, Consegna delle Costituzioni ai neo diciottenni da parte dei familiari dei caduti del 4 luglio 1944 insieme ai familiari delle vittime di Via Fani e cerimonia di consegna delle pergamene di Cittadino dell'Anno 2018.

Ore 21:30, Auditorium del Museo Mine

Spettacolo Teatrale "Tu devi vedere perché devi ricordare

MERCOLEDÌ 11 LUGLIO

LE MATOLE

Ore 10:30, Santa Messa presso il Monumento Commemorativo celebrata da Don Simone Imperiosi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'urlo della memoria", Cavriglia ricorda gli eccidi nazifascisti insieme ai familiari delle vittime di via Fani

ArezzoNotizie è in caricamento