Sessanta giorni a Natale: luminarie già accese per le vie del centro

Spuntano i primi addobbi natalizi nel centro storico cittadino. Le aree già visitate dai tecnici sono quella dei Bastioni, piazza San Jacopo e il primo tratto del Corso

Sessantuno giorni. Tanti ne mancano a Natale. Ma Arezzo non perde tempo e si prepara a celebrare la festività più attesa e amata da grandi e piccini con un discreto anticipo rispetto agli anni passati.

Così, proprio ieri, hanno fatto il loro ingresso in città le prime luminarie natalizie. Via Spinello, via Madonna del Prato, piazza San Jacopo, Corso Italia (dai bastioni a piazza San Jacopo) e via Niccolò Aretino, sono già state vestite a festa.

Luminarie, percorsi, spettacoli e i nuovi mercatini: tutte le novità

E l'accensione? Malgrado la Città del Natale, grande kermesse di eventi, attrazioni e iniziative a tema natalizio, prenderà il via soltanto il prossimo 16 novembre, le lucette degli addobbi sono state anche testate.

In occasione del quinto anno della manifestazione, l'amministrazione comunale e la fondazione Arezzo Intour hanno previsto un particolare piano di “Urban lights”. Allestimenti spettacolari saranno offerti al pubblico attraverso il mapping che colorerà alcune architetture cittadine con una tecnologia assolutamente innovativa mentre le tradizionali luminarie collegheranno ogni via del centro storico, vestendo di luce anche le rotatorie delle principali vie di accesso alla città.

Ma oltre alle coreografie luminose, in città non possono mancare le più classiche cascate luminose e calde lucette che riscaldano il cuore. Nel piano della fondazione e dell'amministrazione c'è la volontà di dare risposta a quanti più commercianti e cittadini possibile cercando di illuminare la città il più possibile. Scopo per il quale potranno essere utili gli euro racconti attraverso la campagna di raccolta fondi avviata nelle settimane scorse. 

"Stiamo ricevendo un sacco di richieste per quello che riguarda le luminarie - ha spiegato l'assessore Marcello Comanducci - in passato ci sono state molte critiche su questo aspetto e quindi, abbiamo deciso che la Fondazione rappresenterà il punto di riferimento per tutti coloro che vorranno richiedere addobbi nella propria strada. Sino ad oggi i commercianti erano lasciati un po' in balia degli eventi. Ora faremo noi da punto di riferimento. Ma ovviamente abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Dal centro alla periferia sono tante le realtà che ci stanno chiedendo come fare per riuscire ad accendere il Natale anche sulla loro strada. La fondazione sarà il punto di raccordo tra privati, associazioni di categoria, comune e azienda installatrice. In questo modo cercheremo di dare omogeneità alla città".

Natale a caccia di benefattori. Obiettivo 100mila per accendere la città e le luminarie, come contribuire

Ad accendere il Natale poi, come già lo scorso anno, ci penseranno anche i tecnici dell'ufficio manutenzione del comune di Arezzo che, a quanto pare, nelle prossime settimane torneranno al lavoro per abbellire angoli della città come le rotatorie e gli ingressi al centro storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento