Saltano i festeggiamenti del Perdono a Loro Ciuffenna. Il Comune: "Presto eventi ricreativi e culturali"

Lettera dell'amministrazione a popolazione e associazione: "Abbiamo scelto di tutelare la salute di tutti e di ritornare alla normalità in maniera graduale"

Salta il Perdono a Loro Ciuffenna, l’assessore alla Cultura e Ricchezze del Territorio del Comune - attraverso una lettera - si rivolge alla popolazione ed alle associazioni del territorio, per comunicare la scelta dell’Amministrazione di non svolgere per quest’anno i tradizionali festeggiamenti, "ma di proporre comunque un calendario di eventi ricreativi e culturali", che sarà definito a breve.

"Questo 2020 è un anno molto particolare, nel quale abbiamo imparato a rivedere valori e necessità. Abbiamo di nuovo percepito - si legge nelal lettera - la grande importanza della salute, della tutela dei più fragili, del lavoro e dei rapporti umani. Un anno che ci ha fatto rivedere i soliti e consueti programmi, che ci ha fatto scegliere di non realizzare manifestazioni che sono state il nostro vanto per decenni, in collaborazione con l’associazionismo del territorio, ma che in questa fase potevano rappresentare un rischio sanitario. Abbiamo scelto di tutelare la salute di tutti e di ritornare alla normalità in maniera graduale, con precauzione e rispetto delle regole e delle indicazioni degli organi preposti. Con questa convinzione, quella della prudenza, abbiamo in accordo con l’Associazione Proloco, che per il Comune di Loro Ciuffenna coordina e organizza la manifestazione del Perdono, optato per un programma alternativo, con eventi distanziati nel tempo e nei luoghi. Proporremo un piccolo calendario, di eventi destinati alla famiglia e alla comunità, che vadano a sostituire quelli più affollati e meno controllabili che venivano realizzati solitamente per il Perdono. Eventi per tutti noi, per le famiglie, per i bambini e per tutti coloro che hanno dovuto subire l’isolamento e la rinuncia a vedersi, a ritrovarsi, a gioire di momenti speciali come quelli dedicati alla cultura e all’intrattenimento. Dedicheremo un’attenzione particolare ai nostri bambini, i più penalizzati durante il lockdown, alle persone che non sono più con noi, iniziando dal ricordare un membro della Filarmonica di Loro Ciuffenna, che è stato protagonista del nostro tempo felice e sereno con la nostra musica. Infine ci saranno eventi dedicati all’ambiente e alla ricchezza del nostro territorio, in un anno di riscoperta della bellezza del nostro paese, una riscoperta che però deve essere rispettosa e sostenibile. Una festa della comunità con eventi alternativi che forse ci faranno riscoprire un nuovo modo di stare insieme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti fra comuni, scuole, circoli ed estetiste. Cosa si può fare nella Toscana arancione

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento