Attualità Olmo-San Zeno / Località Olmo

Liti e catechismo sospeso, scontro tra prete e parrocchiani di Olmo. I fedeli: "Scriveremo a Firenze se il vescovo non ci ascolta"

Ieri sera assemblea gremita dopo lo "sfratto" della Giostra dei Rioni dalla parrocchia

E' stato un incontro partecipato e la speranza, tra iparrocchiani, è che la situazione si possa risolvere: la frattura con il parroco, dopo la lite di inizio dicembre è stata acuita da altri episodi, come la lettera di "sfratto" della sede della Giostra dei Rioni dai locali della parrocchia. Addirittura lo scontro ha portato alla sospensione del catechismo. E proprio il direttivo dell’Asd Giostra dei Rioni di Olmo, attraverso le parole di Roberto Parnetti, traccia un bilancio della serata di ieri.

Ci aspettavamo una nutrita presenza ed avere la sala di rappresentanza della nostra associazione letteralmente gremita è stata la testimonianza, se mai c’è ne fosse stato bisogno, di un disagio che la nostra comunità sta vivendo. 
Le problematiche, prepotentemente balzate agli onori della cronaca con l’episodio accaduto il 6 dicembre (la "goccia che ha fatto traboccare il vaso”), sono state ribadite ieri nei numerosi interventi dei presenti a testimonianza di una situazione che, nel corso degli anni, si è oramai incancrenita.
Se fino ad oggi i numerosi appelli rivolti a chi di competenza, non solo dalla nostra associazione ma anche dalla catechiste e da privati parrocchiani, sono rimasti inspiegabilmente senza risposta, vogliamo essere fiduciosi che, a fronte non solo del clamore mediatico ma anche di questa ulteriore presa di posizione dei parrocchiani, questa volta si abbia delle risposte e che questo nostro grido non vada a scontrarsi contro un muro di gomma.
Ieri sera vi sono stati momenti anche decisi e forti che, crediamo, siano frutto anche della situazione che, fino ad oggi, è stata sistematicamente ignorata da chi avrebbe avuto il dovere di approfondire i vari aspetti per cercare di trovare una situazione che oggi è invece esplosa.
E’ sotto gli occhi della nostra comunità come, in questi anni, siano andate a scomparire tante belle realtà di aggregazione e dunque alle “parole di conforto” che alcune catechiste o parrocchiani hanno ricevuto adesso devono seguire fatti concreti.
Chi di competenza deve dare delle riposte ad una comunità che ieri “ci ha messo la faccia” e non può trincerarsi dietro ad un assordate silenzio.
Ad Olmo i fedeli vengono fatti uscire dalla Chiesa, cosa che reputiamo assai grave, ma, nonostante tutto, vogliamo avere fiducia perché adesso si è toccato il fondo.
Noi parrocchiani della Giostra dei Rioni, e tutte le persone presenti ieri sera, lo speriamo perché siamo legati al nostro territorio che amiamo.

E i parrocchiani, dopo le lettere inviate al vescovo di Arezzo, fanno sapere che hanno intenzione di rivolgersi a Firenze se non avranno risposte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liti e catechismo sospeso, scontro tra prete e parrocchiani di Olmo. I fedeli: "Scriveremo a Firenze se il vescovo non ci ascolta"

ArezzoNotizie è in caricamento