Lions e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Arezzo insieme per i minorati della vista

Questa occasione ha permesso anche all’U.I.C.I. di Arezzo di ringraziare per gli sforzi profusi a sostegno dei ciechi e degli ipovedenti della provincia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

Lo scorso 2 ottobre, presso la sezione territoriale di Arezzo dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, il past governatore del distretto Lions Club 108LA Toscana Pier Luigi Rossi, insieme ad Alessandro Ghiori, hanno formalizzato, alla presenza dei Dirigenti dell’U.I.C.I. di Arezzo, la donazione di una stampante braille di ultima generazione all’Associazione che, da 100 anni, rappresenta e tutela le persone minorate della vista.

La donazione della stampante braille rappresenta solo uno dei service messi in campo dal Lions Club a sostegno delle persone disabili della vista. Questo importante momento di solidarietà è stato significativo anche per dettagliare tutte le altre attività che sono state messe in campo grazie alla collaborazione nata tra Lions e UICI di Arezzo, tra le quali il sostegno al Servizio del Libro Parlato, il supporto alla didattica e all’arte, oltre che gli interventi sulla prevenzione. Attività, queste, che costituiscono il trait d’union tra i service Lions e la mission dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e che rappresentano la sintesi di una collaborazione oltremodo proficua.

Questa occasione ha permesso anche all’U.I.C.I. di Arezzo di ringraziare per gli sforzi profusi a sostegno dei ciechi e degli ipovedenti della provincia, attraverso l’assegnazione a Pier Luigi Rossi e a Alessandro Ghiori delle medaglie celebrative del Centenario dell’Associazione. “Il 2020 segna per l’U.I.C.I. i 100 anni di attività - ha dichiarato Franco Pagliucoli, presidente dell’U.I.C.I. di Arezzo - l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti nasce infatti a Genova nel 1920 grazie ad Aurelio Nicolodi, educatore ed irredentista italiano, nonché fondatore dell’U.I.C.I. Accogliere, ascoltare, sostenere, tutelare, condividere, includere, sono i valori fondativi dell’U.I.C.I. che da 100 anni promuove l’uguaglianza dei diritti con impegno, passione, dedizione, tenacia e autorevolezza, per donare luce alle persone cieche, ipovedenti e con disabilità plurime, in tutta Italia. Per questo è per noi fondamentale ringraziare chi, come il Distretto Lions Club 108LA Toscana, ha mostrato vicinanza e supporto alle esigenze delle persone minorate della vista del territorio provinciale e regionale. L’impegno del Lions Club International, da sempre, è vicino alle tematiche che la U.I.C.I. interpreta nel nostro Paese e i service dei Lions intervengono con determinazione ed efficacia al miglioramento della qualità della vita”.

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento